Resta in contatto

News

Perugia in emergenza, Cosmi: “Infortuni sintomo di buon allenamento”

Conferenza stampa del tecnico del Grifo alla vigilia della trasferta di Cittadella. “I professionisti devono saper interpretare le situazioni”. Assenti 6 biancorossi tra acciacchi e squalifiche

Vicario, Falcinelli, Gyomber, Falasco, Carraro e Di Chiara. Il Perugia è in marcia verso Cittadella, per il match di domani sera (31esima di Serie B), senza 6 elementi di spessore. I primi 4 infortunati, gli altri 2 squalificati. “Le squadre che non subiscono infortuni si allenano male, sembra un paradosso ma è la verità”, ha detto Serse Cosmi alla vigilia del match in video conferenza.

“Allenandosi bene – ha aggiunto il tecnico del Perugia il rischio di infortunio c’è. Non avevo previsto tanti piccoli infortuni, anche perché, andando a vedere, i veri problemi sono i traumi subiti da Vicario e Falcinelli. Gli altri fanno parte di un percorso, per questo sarebbe meglio non concedere gli squalificati“.

Reduce dal pareggio contro il Crotone, il Grifo di Cosmi ha mostrato un buona capacità di adattamento agli imprevisti. “Con un giocatore in meno era necessario assestarsi. Sia la difesa a 4 che a 3 mi hanno soddisfatto, ma le situazioni tattiche sono una conseguenza dell’aspetto mentale. Di certo qualsiasi sistema viene meglio quando c’è attenzione e disponibilità, perché i professionisti devono saper interpretare anche situazioni di emergenza”.

Anche il Cittadella avrà delle assenze pesanti ed “è normale che accada. Ma è una squadra predisposta a cambiare molti giocatori perché nella loro cultura prima viene la filosofia di gioco e poi i calciatori”.

Infine l’allenatore biancorosso è tornato sull’aspetto rimarcato dopo il pari con il Crotone. “Abbiamo voluto dare un’identità precisa al Perugia, non ho la presunzione di voler dire che sia la verità, però questa squadra deve avere coraggio e cercare il risultato senza aver paura di rischiare”. E senza dimenticare le tante variabili del pallone. “Ad Ascoli è andata bene, meno con il Crotone per una componente fondamentale che è l’avversario”. Arriva dunque un’altra tappa complicata per i grifoni e per questo ancor più determinante. “Il Cittadella è a due punti dalla promozione diretta – ha concluso Cosmi -, non va dimenticato”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Grande e irripetibile! Mai più Uno così (purtroppo)! Riposa in pace!"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News