Resta in contatto

News

Grifo, al ‘Sandrini’ il Moscati-bis

Probabilissima la conferma del 3-5-2 che ha aiutato i grifoni a trovare un equilibrio migliore contro la Fermana, ballottaggi in difesa, a centrocampo e sulle fasce

Un avversario da prendere con le molle e anche assenze pesanti cui far fronte. Non è proprio perfetta la vigilia del Perugia che nella tarda mattinata è partito alla volta di Legnago, in provincia di Verona, dove mercoledì affronterà i lanciatissimi locali allo stadio ‘Sandrini’.  Vale ricordare che la squadra di Bagatti è ancora imbattuta e che si sta guadagnando la fama di ‘ammazzagrandi’ a suon di risultati importanti, forte di una società ricca e solida e di un nucleo di giocatori amalgamati poichè reduci da una promozione al posto del Campodarsego, nucleo cui sono stati aggiunti innesti mirati.

Il Perugia affronterà queste insidie senza Burrai, Minesso e Kouan, oltre il solito Konate (che è comunque tornato ad allenarsi con il gruppo anche se servirà tempo per completare il recupero dopo l’infortunio molto delicato alla mandibola) e con Vanbaleghem ancora a corto di condizione. Come anticipato nelle edizioni odierne dei quotidiani locali La Nazione, Il Messaggero e Il Corriere dell’Umbria, Caserta confermerà anche in Veneto con ogni probabilità il 3-5-2 che contro la Fermana può avere rappresentato una piccola svolta, dopo gli affanni iniziali di un 4-3-3 che – come da ammissione dello stesso allenatore – potrà tornare ad essere adottato soltanto quando la condizione fisica sarà adeguata.

Per le scelte del tecnico ci sarà da tenere conto anche delle partite ravvicinate (domenica  pomeriggio al ‘Curi’ arriverà la Vis Pesaro) e dunque Caserta dovrà con ogni probabilità dosare le forze. Conferma per la difesa a tre, con Sgarbi che si candida ad essere inserito nel pacchetto dei tre centrali; sulle fasce ballottaggi Elia-Rosi e Crialese-Favalli, mentre a centrocampo Moscati dovrebbe partire nuovamente nella posizione di play, stavolta con uno tra Falzerano e Sounas oltre a Dragomir ai lati; in avanti Melchiorri e Murano potrebbero tornare a muoversi in coppia come hanno fatto discretamente contro la Fermana.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News