Resta in contatto

Pagelle

Le pagelle del Perugia: Elia è per palati fini

La doppietta del jolly biancorosso ha “stappato” il match vinto dal Grifo contro il Legnago (4-0) e sigillato dal gol di Bianchimano e dal rigore del ritrovato Melchiorri

Vittoria “ragionata” del Perugia che continua a collezionare reti e punti, anche per dare un segnale chiaro alle avversarie. Contro il Legnago è arrivato il secondo poker di fila dopo il Mantova, ma senza gol al passivo (4-0).

Elia ha dato spettacolo, Burrai ha giocato un’infinità di palloni e il ritorno di Melchiorri è stato super ma “con giallo”. Bianchimano: primo tempo giù, secondo su. Le pagelle di CalcioGrifo.

FULIGNATI 6 Poco lavoro, precisa la gestione della sfera con i piedi.
CANCELLOTTI 6 Ha spazio per andare e si prende il campo, manca però la pulizia nella rifinitura (62’ ROSI 6 Rivede il campo dopo il mercato e il “caso padel”).
SGARBI 6.5 Rimedia un giallo per sgonfiare una ripartenza veneta e arriverà la squalifica. Tiene bene sia il massiccio Buric, sia il rapido Lazarevic.
ANGELLA 6.5 Massima affidabilità. Lascia solo le briciole agli avanti veronesi.
FAVALLI 6 Quasi sempre costretto a rincorrere. Falloso, ma regge.

Elia: “Bello fare gol, ma conta vincere…”

KOUAN 6 Deve rimediare a qualche proprio svarione, prestazione sempre energica ma pasticciata (62’ DI NOIA 6.5 Aggiunge esperienza e qualità, compreso l’assist per Bianchimano).
BURRAI 7 Gioca almeno un centinaio di palloni con precisione, splendido lo stop e la stoccata da fuori area (56’) pizzicata in corner da Pizzignacco (71’ VANBALEGHEM 6 Finale per aumentare il filtro).
SOUNAS 6 Match da gregario. Raccoglie palloni da consegnare agli uomini di qualità.

Caserta: “Il giallo di Melchiorri? L’esultanza perché arrivava dall’infortunio”

FALZERANO 6 Sbuca alle spalle della mediana ospite, apre le maglie venete alternando cose buone a qualche sbavatura. Nel vivo delle azioni decisive, spreca però un comodo assist di Melchiorri (73’) sparacchiando alto.
ELIA 8 Collo destro spaziale che infila il pallone all’incrocio lontano stappando il match (29’). Terza rete stagionale per palati raffinati. Nella ripresa aziona anche la modalità turbo e infila la doppietta sotto le gambe del portiere (71’ MELCHIORRI 7 Mette subito in porta Falzerano, avvia l’azione del tris, incassa e segna il rigore del poker con tanto di esultanza da giallo. Ritorno super ma a piccole dosi perché salta Pesaro per squalifica).
BIANCHIMANO 6.5 Fuori dal gioco per una mezzora, si scalda con un destro rasoterra (33’) contenuto da Pizzignacco, poi si divora la palla del raddoppio mettendo a lato un comodo piatto sinistro (43’). Secondo tempo generoso, così si merita la sfera che scaraventa in rete. Sesto centro stagionale (79’ MINESSO sv Altro rientro prezioso).
CASERTA 7 Conferma l’undici dell’ultima uscita per una vittoria “ragionata”. Prestazione solida e di qualità, arricchita nella ripresa dal rientro di tanti big.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da Pagelle