Resta in contatto

News

L’ex Dezi adesso aspetta il Perugia. “La gara più importante”

Con una doppietta ha regalato il successo all’Entella e venerdì affronta la sua ex squadra

Ha rubato la scena sul campo di Empoli, decidendo la partita contro la sua ex squadra, e regalando all’Entella i due gol che hanno catalizzato la rimonta. A fine partita Jacopo Dezi ha commentato ai microfoni di DAZN la sua serata magica.
Hai iniziato la stagione proprio qui ad Empoli, per te era una gara particolare?
“Aspettavo da tanto una notte così, sono contento che sia arrivata proprio stasera, ma l’importante oggi erano i tre punti. Abbiamo raccolto quello che stavamo seminando da qualche settimana ma che, per un po’ di sfortuna, non riuscivamo ad ottenere. Stasera ci siamo riusciti e siamo contenti.”

Dedica speciale dei tuoi gol alla mamma, c’era un motivo particolare?
“Sì, prima della partita me lo ha chiesto espressamente e sono contento di esserci riuscito.”
Le due belle marcature sono arrivate su situazioni tattiche che avevate preparato?
“Abbiamo lavorato tanto sull’inserimento sul secondo palo, sapevamo loro potevano soffrirlo. Siamo contenti di aver portato a casa questo risultato.”
Questa vittoria vi proietta in zona play-off:
“Non si possono fare calcoli in questo finale, perché anche le squadre dietro corrono. Bisogna fare punti per raggiungere il prima possibile la salvezza, poi si vedrà. Ora dobbiamo accantonare questa partita e pensare alla prossima, con il Perugia, che è ancora più importante”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News