Resta in contatto

Pagelle

Le pagelle del Perugia: Murano con l’acquolina in bocca

L’attaccante biancorosso ha firmato il blitz del Grifo (0-1) sul campo del Modena grazie allo schema “trenino”, su calcio d’angolo, studiato da Caserta

Il Grifo sa ora nutrirsi di sofferenza per sfruttare poi le abilita dei suoi elementi top. Così è arrivato il quarto successo consecutivo, un blitz di valore sul campo del Modena (0-1), inviolato da oltre un anno, e firmato da Jacopo Murano.

Melchiorri ha nuovamente giocato un calcio totale, Rosi si è esaltato in tanti duelli e Sounas è apparso in crescita. Decisivo lo schema “trenino” di Caserta. Le pagelle di CalcioGrifo.

FULIGNATI 6.5 Bravo su Zaro (47’), al resto hanno pensato i compagni insieme alla mira fasulla dei modenesi.
ROSI 6.5 Alla ricerca della miglior brillantezza, si esalta nel corpo a corpo e vince quasi ogni duello ravvicinato. Ci mette tutto e viene pizzicato dai crampi.
MONACO 6.5 Scelto per guidare il reparto, è determinante nel gioco aereo e con una chiusura volante su Scappini (48’) in area piccola. In aggiunta ci sono alcuni eccessi, come il folle pressing solitario nei secondi finali.
SGARBI 6 Qualche amnesia di troppo in avvio, viene graziato dal flop degli avanti emiliani. Più presente nella ripresa.

Sounas: “Grande vittoria di squadra”

ELIA 6 Non è un pomeriggio da dedicare a troppi ricami e allora mette qualche pezza più efficace che bella (66’ CANCELLOTTI 6 Tiene cucita la corsia).
SOUNAS 6.5 Accende il solito motorino ma stavolta a testa alta. Così elude il fuorigioco emiliano mettendo in porta sia Melchiorri che Murano.
MOSCATI 6.5 Gli viene chiesto di abbassarsi sempre fra i centrali e – studente modello – sta pagando il lavoro di apprendimento del nuovo ruolo per esaltare, in un match di sofferenza, lo spirito di sacrificio. In più c’è il destro-assist nello schema che sbanca il Braglia.
DRAGOMIR 6.5 È in fiducia, si percepisce anche solo scrutandone i movimenti senza palla. Sempre nel vivo, soprattutto quando si tratta di ronzare fastidiosamente su tutti gli avversari. E con una punizione insidiosa spaventa Gagno (76’ VANBALEGHEM 6 Battaglia senza timori).
CRIALESE 6 Ha bisogno di qualche minuto per entrare in partita, poi lavora sulla concretezza (76’ FAVALLI sv Inevitabilmente sulla difensiva).

Caserta: “Palle inattive determinanti”

MURANO 7 Attacca la porta con l’acquolina in bocca e arriva il colpo di testa da tre punti. Secondo centro di fila, il terzo in totale. Manca il bis in acrobazia, più tosto il destro che scarica in ripartenza ma Gagno non si fa piegare i polsi (66’ BIANCHIMANO 6 Costretto soprattutto alle sportellate).
MALCHIORRI 7 Bussa a tutte le porte dei canarini per fare “dolcetto o scherzetto?”. Incassa tanti colpi proibiti, costruisce in avanti e si spende in difesa murando pure Sodinha (47’). Un pizzico di amaro in bocca per una bella palla (32’) di Sounas che andava sfruttata meglio (83’ KONATE sv Finale di corsa).
CASERTA 7 Squadra compatta e cinica, capace di nutrirsi di sofferenza. L’imprevedibilità arriva con gli originali schemi su palla inattiva e i blitz in ripartenza. Ecco il mix per il nuovo colpo in trasferta. Ha disegnato il vestito migliore del momento e infilato un poker di successi che vale la momentanea vetta.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Franchino Cagini
Franchino Cagini
7 mesi fa

Almeno cominciamo a vedere giocatori col coltello fra i denti….
Non me ne vogliano i giocatori ma ad oggi credo che il miglior acquisto del Perugia sia Caserta

Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Il gol di Antonio fu meritato e gioimmo tutti. ..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Con Galeone il calcio era uno spettacolo. Si poteva vincere o perdere ma il gioco era divertente senza troppi tecnicismi. Un po' come il calcio di..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Pagelle