Resta in contatto

Pagelle

Le pagelle del Perugia: Melchiorri, un pallone per amico

Tutto facile per il Grifo che stende l’Imolese al Curi (2-0) con il quinto centro stagionale del “Cigno di Treia” e un gioco di prestigio del maghetto Elia

Due gol bellissimi, tre punti, decimo risultato utile consecutivo e vetta della classifica sempre nel mirino (ancora a 3 lunghezze). La volata di Natale del Grifo è partita con un successo.

Al Curi si è presentata una Imolese non irresistibile e che ha allungato a 600’ l’astinenza offensiva. Ma per il Perugia non mancavano le insidie, a cominciare dal campo pesante, e la squadra di Caserta ha fatto le cose per bene da subito, tenendo sempre la vittoria in pugno. Ad impreziosire il risultato la pregevole fattura dei gol di Melchiorri ed Elia. Le pagelle di CalcioGrifo.

FULIGNATI 6 Serata dalle mille insidie, ma solo metereologiche. Sul palo esterno la punizione di Provenzano (81’).
ROSI 6 Il più impegnato dalla freschezza di Morachioli: regge bene e si riprende tutta la corsia dopo lo stop di Elia.
ANGELLA 6 Una leggerezza in alleggerimento, poi rimette il timone sulla rotta giusta contro un avversario che aveva già i suoi grossi problemi nel fare gol.
MONACO 6.5 Alza ancora l’asticella e veste pure i panni dell’assist-man con il cross mancino del vantaggio.

Melchiorri: “Se la squadra gira bene…”

ELIA 7 L’uomo degli slalom nel fango e delle magie in area: “Abracadabra”, fa sparire e riapparire il pallone (39’) con piedi magici e firma il raddoppio con un esterno destro all’incrocio. Peccato che il gol meraviglia sia arrivato “al buio”, senza il pubblico a potersi stropicciare gli occhi (55’ SGARBI 6 Ripresa di sostanza).
KOUAN 6 Ritorno da titolare dopo l’infortunio di ottobre. Il terreno di gioco lo richiede e sacrifica l’estetica per l’intensità (80’ VANBALEGHEM sv Aumenta i centimetri)
BURRAI 6.5 Impegnato soprattutto a mettere ordine lì nel mezzo e a ricucire gli strappi dei compagni. Il piede è sempre raffinato.
DRAGOMIR 6.5 Si riprende la maglia da titolare facendo viaggiare veloce la testa e il pallone. È meccanismo determinante in tutte le azioni vere (63’ SOUNAS 6 Pressing di rottura per smorzare i pericoli sul nascere).
CRIALESE 6 Una presenza discreta ma concreta. Discese misurate con sagacia.

Caserta: “Oggi tanta concretezza”

MURANO 5.5 Ha il motore giusto per lottare nel fango, gli manca però lucidità negli ultimi 20 metri e spreca tanto. Senza gol è andato in sofferenza (46’ BIANCHIMANO 6 Impatto energico ma il baricentro della squadra è basso. Con una buona giocata in velocità prova a costruire il tris).
MELCHIORRI 7.5 Mai banale. Con una torsione in tuffo di testa firma il quinto centro stagionale (9′) e apre subito la cassaforte del match. Sfiora anche il bis sempre di testa (bravo il portiere ospite) e tratta da amico vero ogni “sporco” pallone (80’ FALZERANO sv Non ha tempo per lasciare il segno).
CASERTA 7 Era determinante aggredire il match e il suo Grifo non sbaglia. Torna al successo con una squadra pronta alla lotta, votata al gioco in verticale e sempre originale e sorprendente sui piazzati. Decimo risultato utile di fila.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Il gol di Antonio fu meritato e gioimmo tutti. ..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Con Galeone il calcio era uno spettacolo. Si poteva vincere o perdere ma il gioco era divertente senza troppi tecnicismi. Un po' come il calcio di..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Pagelle