Resta in contatto

Pagelle

Le pagelle del Perugia: la puntura di Murano e il tris di Vano

I gol dei due attaccanti aprono e chiudono la gara vinta dal Grifo in casa del Matelica (1-3). In mezzo la “scalata” di Minesso per cancellare il momentaneo pareggio di Volpicelli

La prima del 2021 si trasforma in un blitz che avvicina il Perugia alla vetta. Sul campo del Matelica i grifoni sono passati con 3 reti firmate dal pacchetto offensivo del nuovo vestito cucito da Caserta.

Alla partita “normale” di Melchiorri, che giocava in casa, si sono aggiunte le prestazioni solide di Elia, Angella, Vanbaleghem, Murano e Minesso. Esordio con gol per l’ultimo arrivato Vano.

FULIGNATI 6 La punizione di Volpicelli è una bellezza e non c’arriva. Cancella qualche brivido con un paio di prese aeree che sbrogliano la situazione.
ELIA 7 Parte da lontanissimo, ma il turbo nelle gambe ha anche batterie di lunga durata e così costruisce l’assist del vantaggio. Accelera, sterza e manda in tilt la retroguardia marchigiana.
SGARBI 6 Cerca molto l’anticipo, con qualche eccesso. I duelli vinti superano le sbavature.
ANGELLA 6.5 Nel corpo a corpo è una roccia. Colonna portante.
CRIALESE 6 Gioca sul filo dell’equilibrio (73’ FAVALLI 6 Si presenta con una diagonale difensiva decisiva).

Melchiorri: “Il 4-3-1-2 ci piace e creiamo tanto”

MOSCATI 6 Fatica nel trovare le misure, entra nel match alla distanza quando la fatica graffia i muscoli (67’ KOUAN 6 Affonda bene ma non centra lo specchio).
BURRAI 6 Non può essere una giornata con parecchi ricami ma deve ricorrere troppo spesso al fallo (67’ SOUNAS 6 Non è al meglio ma tiene duro).
VANBALEGHEM 6.5 Tosto, anche da mezzala. Sostiene la mediana nei momenti di affanno e chiude ricostruendo il muro davanti alla difesa.

Caserta: “Volevamo essere più propositivi”

MINESSO 7 Continua ad arrampicarsi dove sembra non poter arrivare e i difensori fanno la figura dei principianti: piazza il quarto gol di fila (32’), sempre di testa, nel momento più delicato per il Grifo. Con il pallone a terra (52’) però fallisce il comodo colpo del ko calciando sui piedi del portiere. Comunque ficcante fino ai crampi (85’ FALZERANO sv Pochi minuti).
MURANO 7 Al posto giusto, nell’istante giusto: nella partita e nel momento storico della stagione. Il quinto gol in campionato è una puntura velenosa sulla prestazione dei marchigiani. Novanta minuti intensi e preziosi per la squadra.
MELCHIORRI 6 Partita “sotto casa” da stella della porta accanto. La solita energia per lottare nel fango, a tutto campo, e inventare il cross del raddoppio. Esce acciaccato (67’ VANO 6.5 Esordio in corsa con giallo lampo e il rigore del tris).
CASERTA 6.5 Scrive un nuovo capitolo tattico con un inedito 4-3-1-2, anche se il terreno martoriato dalla pioggia non consente grandi fraseggi. Costruisce la vittoria scegliendo la qualità e la conserva con le mosse in corsa.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da Pagelle