Resta in contatto

News

Grifo, Caserta ha palesato alla società l’interesse di un altro club. Ancora incerto il destino

Con un comunicato ufficiale il Perugia si è definito “soddisfatto del lavoro svolto dal tecnico e dal suo staff convinti di rispettare il contratto in essere”

Motivo d’orgoglio. Così viene definito nel comunicato ufficiale pubblicato dal Perugia il forte interesse di un altro club di B (Benevento o Crotone?) che Caserta ha palesato nel colloquio del pomeriggio.

Ancora nebuloso il futuro. L’unica cosa che emerge relativamente ad esso nelle righe sul sito ufficiale del sito biancorosso è la convinzione di “rispettare il contratto in essere”.

Il comunicato ufficiale:

“AC Perugia comunica che si è appena concluso l’incontro con mister Caserta il quale ci ha palesato il forte interesse di un club di serie B per la sua figura di allenatore.

In maniera molto cordiale si è ribadito che siamo soddisfatti del lavoro svolto da lui e dal proprio staff convinti di rispettare il contratto in essere e altresì consapevoli che gli attestati di stima verso i nostri tesserati, allenatori o giocatori che siano, sono motivo di orgoglio per quanto fatto fino ad ora”.

33 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
33 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
19 giorni fa

Questo e’ il calcio oggi, precisamente quello del Dio dinero, all’improvviso e’ scomparso tutto…meglio che vada pure dove gli fa piu’ comodo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

Ma mandatelo via se vuole andare…..nessuno è indispensabile….ma paga lui o chi x lui l anno di contratto che deve fare…..

Grifone 57
Grifone 57
20 giorni fa

Che delusione Caserta !!!!, vai pure a benevento cosi ti “bruci” subito se non vai in seria A, non ti bastava guadagnare il doppio dell’anno passato ?
Presidente non ti preoccupare faremo bene anche senza caserta !!!anzi ricavaci piu’ possibile …. !

Max
Max
20 giorni fa

E’ inutile dare sentenze quando non si conoscono compiutamente come stanno le cose. Un dato di fatto pero’ me lo voglio concedere: il gioco del calcio e’ diventato l’emblema della confusione che ormai regna sovrana sul nostro modo di vivere; pur in presenza di Societa’ indebitate fino al collo, di spese che aumentano tutti gli anni a discapito degli introiti, di continui fallimenti di Societa’ calcistiche prese in mano da avventurieri senza scrupoli, gli “attori” del gioco che continuano a pretendere oltre ogni limite, sono insaziabili, hanno perso ogni senso di appartenenza. Noi tifosi dovremmo riflettere su questo molto attentamente… Leggi il resto »

Razi
Razi
20 giorni fa

Tutti uguali sti allenatori, da Zanetti dell’empoli a Italiano dello spezia. Fanno una buona stagione (spesso con bassissimi meriti) e vogliono subito monetizzare, in barba a qualsiasi contratto. Sono uguali anche tecnicamente. Caserta é il grande motivatore che ha compattato il gruppo ma é anche quello del trio Vano-bianchimano-murano, di Elia a terzino e soprattutto di Fulignati regista. Le 6 promosse di quest’anno di C e B avevano tutte un nuovo allenatore. Alla fine non é da strapparsi i capelli per un Caserta in meno….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

Caserta il perugino è permaloso e nn dimentica anche se hai vinto ora nn sarai più gradito vattene

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

Visto che fanno sempre i prepotenti e non vogliono rispettare mai i contratti firmati il signor Vigorito se vuole a tutti i costi Caserta tirasse fuori 3 milioni Mi dispiace dirlo ma il mister mi ha deluso fortemente e tanta credibilità in questo modo la persa purtroppo

MICHAEL
MICHAEL
20 giorni fa

Basta, ma un allenatore sotto contratto , con il raddoppio dell’ingaggio per aver vinto il campionato , che c’è da pensare ? è già il nostro allenatore, qua si vede la serietà delle persone perché le cose sono due, Santopadre vuole monetizzare x cui attende e allora perché fa i contratti ? e poi c’è Caserta, perché ci pensa ? Non ci sono le garanzie ? oppure vuole più soldi ? Bene per concludere mi auguro che Caserta rimanga perché oltre la bravura abbiamo visto l’uomo, Sarebbe una delusione sia se Santopadre rifarà gli stessi errori ma allora dico Giannetti… Leggi il resto »

Enrico Gatti
Enrico Gatti
20 giorni fa

Purtroppo sono pochi quelli che capiscono che Santopadre ripete sempre la stessa manfrina: vuole decidere solo lui che giocatori prendere (le svendite dell’ultimo momento e quelli rotti). Non ha MAI – dico MAI – concesso ad un allenatore di avere a disposizione la squadra ideale per il suo gioco ma gli ha sempre consegnato una squadra incompleta, anche dopo il mercato di riparazione. Ha solo e sempre avuto in testa le plusvalenze: lui usa il Perugia per fare soldi e vi prende tutti per il naso (o per qualcos’altro). Adesso poi ha pure dichiarato che la serie B è un… Leggi il resto »

Marco78
Marco78
19 giorni fa
Reply to  Enrico Gatti

Si perchè te capisci tutto???? Ma che stai a di???

Massimiliano
Massimiliano
20 giorni fa
Reply to  Enrico Gatti

Hooooo bravo…. Finalmente una persona che non fa finta di capire e dice…. Santo padre usa il Perugia per fare soldi!!! Ma non si è ancora capito? Ma a Santo padre che gli frega se rimane Caserta…. O meglio a Caserta che gli frega del Perugia?

Gabriele
Gabriele
20 giorni fa
Reply to  Enrico Gatti

Uno di quelli che scrive in quel sitarello? Cosa non è chiaro del fatto che il problema non è che Caserta non avrebbe avuto ciò che richiesto ma che lui vuole andare, per giusta ambizione, e preferisce una retrocessa dalla A piuttosto che una neopromossa? Invece di pensare ai tifosi che in questo caso plaudono il comunicato della società dato che ora si capisce il perché e il per come occhio voi 4 a non farvi prendere per il naso da vari illuminati che creano sitarello per attaccare la società

Marco Tinarelli
Marco Tinarelli
20 giorni fa

Bravi. Tenere duro. Basta con sta storia che si firmano i contratti per più anni e poi appena capita l’occasione, by by. È ora di finirla. Non vorrei che anche Caserta sia un presuntuoso tipo Conte… 😏 speriamo di no…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

Sembrava strano che anche quest’anno rimaneva l’allenatore, c’è poco da dire se il santone come tutti gli anni non fa un programma serio, sarà sempre così. Benvenuti nel paese dei balocchi 🤡🤡🤡🤡

Federico
Federico
20 giorni fa

Sei ridicolo

Max
Max
20 giorni fa

Ormai i contratti servono più che altro per andare al bagno come le parole d’onore. Si dimettesse e punto. Nessuno è fondamentale. Ma di che parliamo… di Guardiola? Dopotutto in serie B è retrocesso… mi pare….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

A sto punto può anche andare ….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

Si parla di Tacchinardi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

Siamo arrivati al gioco delle tre carte. Caserta e’ sotto contratto col Perugia. Però vorrebbe andare al Benevento. Come si fa? Presto detto SANTOPADRE AMICO DEL PRESIDENTE DEL BENEVENTO SI DEVONO SEDERE AL TAVOLO PER ACCORDARSI
TI LIBERO CASERTA MA TU MI DAI DEI GIOCATORI O SOLDI. SIAMO AL RIDICOLO
IL PERUGIA CALCIO PER LA SUA STORIA MA I TIFOSI UNICI E MITICI MERITANO GRANDE RISPETTO. NON PAGLIACCIATE INDECENTI A CUI SI STA ASSISTENDO. 🥳🥳🥳🥳🥳🤣🤣🤣

Daniele Vinciarelli
Daniele Vinciarelli
20 giorni fa

Caserta ha firmato un contratto. Se vuole andare via non può pretendere la buonuscita come ha ottenuto Conte con l Inter. Il Perugia non libera Caserta. C è un contratto firmato. Chi vuole Caserta paghi il Perugia.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

Grande presidente, i giocatori, gli allenatori passano, il perugia resta, se qualcuno vuole deve pagare, Gimogrifo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

Siamo alle solite

Gabriele
Gabriele
20 giorni fa

Brava, bravissima la società ora i nodi vengono al pettine e chi parlava di società che non lo accontentava e di presunte colpe del presidente è stato puntualmente smentito, Caserta vuole andare a giocarsi le sue carte in un altra squadra che punta alla serie A, liberissimo di farlo ma deve avere la faccia di dimettersi. Bravo presidente

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

Tutto sto casino dopo un campionato vinto…incredibile..i tifosi del grifo non meritano questa pantomima..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

Prima di giudicare Caserta, ricordiamoci che è successo con Camplone, Bucchi, Nesta. Sarà sempre colpa degli allenatori?

Gabriele
Gabriele
20 giorni fa

Cosa è successo? Campione dopo il play off con il pescara è stato sostituito da Bisoli preso perché ritenuto più esperto, Bucchi è andato ad allenare in serie A al Sassuolo per circa 600k annui e Nesta a fine contratto non ha rinnovato, ora cosa c’entrano queste esperienze con quella odierna di Caserta?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

AdapagaCaserta?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

Ha un contratto se non lo rispetta è giusto che paghi dazio…. Andasse pure a Benevento a fa’ na colletta e se levasse dalle palle

Ceselli
Ceselli
20 giorni fa

Ma che ragionamento è? O ti dimetti o alleni il Perugia.
Roba da matti!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

Adesso è solo questione di monetizzare la liberatoria per Caserta, come è giusto che sia, ognuno nel suo ruolo fa il suo gioco per ottenere il max

Commento da Facebook
Commento da Facebook
20 giorni fa

Caserta vattene!
Questo gioco che stai facendo con il Perugia non attacca!

Brini
Brini
20 giorni fa

non lo terrei nemmeno gratis uno che ha allenato un anno in b con retrocessione e si permette di snobbare Perugia x Benevento…avrei solo la curiosità di sapere cosa volesse Caserta e sia a livello economico che di squadra per rimanere a Perugia…per carità!!!

Marco78
Marco78
19 giorni fa
Reply to  Brini

Giusto

Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Il gol di Antonio fu meritato e gioimmo tutti. ..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Con Galeone il calcio era uno spettacolo. Si poteva vincere o perdere ma il gioco era divertente senza troppi tecnicismi. Un po' come il calcio di..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News