Calcio Grifo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Il doppio ex Bucchi: “Torres rivelazione, il Perugia aveva ambizioni diverse”

Sulla gara: "Sarà molto equilibrata, i sardi non sono in crisi. Il grifo ha ottime individualità come Ricci, Seghetti e Lisi"

In vista del big match della 27esima giornata, il doppio ex di Torres e Perugia, Cristian Bucchi, è stato intervistato da Centotrentuno.com ed ha analizzato così la sfida tra i sassaresi e i biancorossi: “Mi aspetto una gara molto equilibrata tra due squadre forti. La Torres al di là di qualche battuta d’arresto dell’ultimo periodo, che reputo lecita e fisiologica, sta facendo qualcosa di straordinario. È la più bella rivelazione di questo campionato, sia per come sta in campo, sia per come gioca, ma anche per i risultati che ha ottenuto. Il Perugia, invece, aveva delle ambizioni diverse. Però la Serie C è un campionato difficile, in più la partenza non è stata sprint e quando nel tuo girone ci sono squadre come Cesena e Torres, che non hanno sbagliato un colpo e hanno fatto registrare delle strisce positive così lunghe, la stagione diventa sotto traccia rispetto alla loro. Entrambe sono due squadre forti, quadrate e toste, che si daranno battaglia per rimanere il più vicino possibile ai propri obiettivi. Per i rossoblù quello di conservare il secondo posto, mentre per gli umbri di migliorare il più possibile la classifica in ottica playoff”. 

E ancora sul Perugia: “Il Grifo è una squadra con ottime individualità, come Ricci, Seghetti, Lisi e tanti altri. In questo momento gli umbri hanno trovato il pizzico di fortuna che gli serviva. Come accaduto a Pescara, quando i delfini hanno sbagliato il rigore e i biancorossi sono riusciti a trovare il gol del vantaggio a pochi minuti dal termine del match. O anche quella contro la Fermana di ieri sera (14 febbraio ndr.), vinta al fotofinish. Ma anche la gara contro la Lucchese, con i toscani che hanno colpito quattro legni e nonostante tutto il Perugia è riuscito a vincere la gara. Avevano bisogno di episodi simili per poter trovare fiducia in loro stessi. Il maggiore pericolo, però, non arriva dai singoli ma dal loro essere squadra e dal fatto di avere dalla propria parte anche quel pizzico di fortuna che serve in determinati momenti del campionato per fare quelle cosiddette strisce positive di risultati”.

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il tecnico di Certaldo ha sfidato il Grifo in sei occasioni e nella gara d'andata...
baldini formisano
Entrambi i tecnici hanno collezionato 18 panchine a testa: 1,6 punti di media per Baldini,...
Da Il Messaggero: invertite le tendenze iniziali, rendimento esterno e casalingo ora si equivalgono. Pesaro...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

Altre notizie