Calcio Grifo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Carrarese-Perugia, Calabro: “Non è decisiva, ma vogliamo consolidare il terzo posto”

Il tecnico dei toscani alla vigilia: "Se vincessimo metteremmo un mattone importante ma non definitivo"

Il tecnico della Carrarese, Antonio Calabro, ha anticipato a La Nazione i temi dello scontro diretto di domani contro il Perugia.

Il match col Perugia è decisivo?

No, assolutamente. Anche se vincessimo metteremmo un mattone importante ma non definitivo. Sarà una sfida dove ognuno cercherà di prevalere senza fare troppi calcoli. Noi vogliamo consolidare il terzo posto ma dire che facciamo la corsa sul Perugia è riduttivo perché ci teniamo anche rimanere la miglior terza dei tre gironi”.

Le due squadre giocano a specchio. Che si aspetta?

Quando si incontrano moduli speculari se si rimane sulla posizione la superiorità numerica di solito ti viene data dall’uno contro uno e dalla vittoria dei duelli personali. Il sistema di gioco, però, è un punto di riferimento che serve più che altro agli addetti ai lavori perché poi c’è un’evoluzione continua nell’occupazione degli spazi nell’arco di una partita, cosa che sappiamo far bene sia noi che loro“.

Che polso ha della sua squadra?

La vedo bene. Anche a Ferrara ci hanno fatto tutti i complimenti per la personalità mostrata. In questi giorni ci siamo potuti allenare poco per la vicinanza degli impegni e per le condizioni meteo che influiscono molto su un terreno come il nostro. Ho preferito annullare il doppio allenamento di ieri perché con la pioggia il campo risulta pesante e aggiungere carichi sui giocatori non è l’ideale”.

Con la Spal ha lanciato Zuelli titolare. Sensazioni?

Il suo processo di inserimento è stato accelerato dall’infortunio di Schiavi. Nell’ora fatta mi ha soddisfatto molto e sorpreso perché non pensavo mantenesse determinati ritmi. Un conto è allenarsi e un altro giocare. Mi piace perché quasi non gioca da centrocampista a due. E’ uno che quando c’è da sganciarsi lo fa, si propone in avanti, entra in area di rigore ed ha un bel tiro da fuori. Mi offre ampie garanzie con gli altri che completano il reparto“.

Com’è la situazione infortunati?

Morosini e Giannetti stanno mettendo allenamenti nelle gambe. Schiavi è infortunato ma se c’è posto vorrei portarlo in panchina perché mi piace che tutti respirino il clima partita”.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il tecnico della Vis Pesaro ha presentato il match contro il Grifo: "Affrontiamo una squadra...
Prima il gol che ha deciso il derby di Roma, poi il colpo di testa...
Il centrocampista dei toscani non fa drammi dopo il ko di Recanati: "É stata una...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

Altre notizie