Resta in contatto

Esclusive

Qui Verona, Badia: “Finisce 2-1 e segna Di Carmine”

Abbiamo fatto una chiacchierata con il collega di CalcioHellas che ci ha presentato la sfida di domani dalla sponda gialloblu.

È una delle partite più attese della nona giornata di Serie B e per “leggere” il match di domani al Bentegodi tra Verona e Perugia abbiamo contattato il collega Tommaso Badia, giornalista di CalcioHellas.
Tommaso, in quale condizione arriva il Verona alla sfida contro il Perugia?
“È un Hellas sicuramente arrabbiato, così come lo sono i tifosi. L’ambiente, dopo un’estate di fuoco, è tornato a farsi pesante dopo le ultime tre partite in cui è stato raccolto un solo punto. Credo che sul Verona ci sarà una grande pressione, e questo potrebbe creare qualche difficoltà agli uomini di Grosso. La nota positiva è l’infermeria quasi vuota: per quanto manchi un elemento importante come Matos, infatti, il Verona ha parecchie frecce al proprio arco per questo match”.

La squadra di Grosso ha raccolto meno di quanto meritava in questo avvio di stagione?
“Ultimamente al Verona è girato un po’ tutto male, ma alla fine credo che i punti in classifica rispecchino quanto meritato in campo. Parliamo sicuramente di una corazzata per la categoria, ma al momento la squadra manca di gioco e commette troppi errori che poi si rivelano fatali. Forse il tempo darà ragione a Grosso, ma al momento non è da primo posto”.

Che Verona devono aspettarsi i tifosi del Perugia, una squadra che proverà a schiacciare l’avversario?
“L’idea di base sarà sicuramente quella di imporre il proprio gioco e di provare a schiacciare il Perugia nella propria metà campo. Il punto sarà però concretizzare l’eventuale mole di gioco creata, cosa che ultimamente all’Hellas riesce molto difficile”.

Per Di Carmine è una gara particolare. Giocherà dal primo minuto o toccherà a Pazzini?
“Qui a Verona è un “dualismo” molto sentito. A quanto abbiamo visto finora, però, Grosso solitamente preferisce puntare su Di Carmine: credo quindi che anche questa volta non si smentirà, puntando tutto sul classico goal dell’ex”.

Tra i biancorossi ci sono elementi particolarmente temuti?
“Finora il Perugia ha mandato in rete parecchi giocatori, e ciò dimostra che tutto il gruppo è molto valido. Diciamo comunque che i 4 goal in 7 partite mettono Vido in cima alla lista dei “most wanted”…”.

Il pronostico?
“Credo che l’Hellas non possa sbagliare un’altra partita: dico 2-1 per il Verona… con goal dell’ex!”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Farci fallire nell'anno del centenario...ce lo siamo dimenticati?"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Esclusive