Calcio Grifo
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Storie di ex: Mancini e l’ammirazione per Materazzi

Dalle colonne di Sportweek dichiarazioni di stima reciproca tra due illustri ex difensori del Perugia, Mancini e Materazzi, con il campione del mondo che afferma: “È lui il mio dovere”.

Gianluca Mancini, difensore dell’Atalanta, ex Perugia, ha rivelato di aver fatto un tatuaggio in onore di Marco Materazzi: “Avevo 16 anni e giocavo nelle giovanili della Fiorentina. Mi piaceva l’idea di rendere visibile il mio modello calcistico. Mio padre, interista sfegatato, mi ha accompagnato a farlo“.

La passione è scoccata nelle notti indimenticabili del Mondiale 2006. Mi piaceva molto il suo modo di affrontare la partita, la fisicità e la grinta che metteva su ogni pallone. Il fatto di non avere mai paura, di metterci la faccia pure nei momenti bui. Crescendo ho ammirato tanti altri giocatori nel mio ruolo: Nesta, Sergio Ramos, Thuram. Ma Materazzi è sempre stato avanti a tutti. E lo è tuttora“.

Poi racconta: “Primo anno da professionista, finisco a Perugia. Un segno del destino. Lo storico massaggiatore Luchini vede il 23 tatuato e mi chiede come mai. Gli rispondo: ‘Per Materazzi’. Lui ride, mi spiega che Marco vive in città, e da ragazzo aveva vestito quella stessa maglia che avevo indosso io. Poi prende il telefono e gli manda un messaggio. Il giorno dopo allo stadio arriva una maglia 23 con dedica. Poi me ne manda un’altra dopo le prime gare disputate e con la maglia pure un invito per incontrarlo. È stato fantastico, diciamo che gli ho fatto una lunga intervista. Cento e passa domande per farmi raccontare curiosità, aneddoti, le cose accadute durante le finali vinte. Insomma, l’ho tartassato. Lui disponibile, rispondeva senza problemi. Mi ha dimostrato come un campione può restare una persona normale. Mi è piaciuto molto“.

La risposta di Materazzi.

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dai quotidiani locali - La strategia è valorizzare, patrimonializzare, creare identità e prospettive future. Contratti...
Dai quotidiani locali - Bartolomei e Agosti a pieno ritmo, la settimana prossima toccherà a...
Termina l'avventura in Francia per l'ex giocatore biancorosso: "Chiedo scusa ai tifosi"...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...