Resta in contatto

Amarcord

Auguri Aldo Agroppi: con Perugia un legame eterno

Compie oggi 75 anni l’ex calciatore e allenatore del Grifo che vanta ancora il campionato di Serie B con il minor numero di sconfitte della storia.

“Aldo il caldo” compie 75 anni e tutto il popolo perugino partecipa alla festa. Agroppi ha segnato la storia del calcio biancorosso, in campo e in panchina. A Perugia arrivò nel 1975, dopo una lunga militanza nel Torino e con una breve parentesi anche alla Ternana. E con il Grifo, dopo due campionati positivi in Serie A, chiuse una brillante carriera.

La vita dell’ex centrocampista, sportiva e non, è sempre stata caratterizzata da un carattere focoso e schietto. Agroppi iniziò ad allenare nelle giovanili del Perugia, poi Pescara, la promozione in A con Pisa di Anconetani e il ritorno in biancorosso.

Alla guida del Grifo, segna un campionato storico, per quanto con epilogo amaro. Stagione 1984-85: la banda di Agroppi perde una sola partita in B, ma arriva quarta e per un punto manca la promozione in A. È ancora il campionato con il minor numero di sconfitte per una squadra in serie cadetta.

Dopo la decisione di abbandonare la panchina, nei primi anno ’90, Agroppi è stato sempre molto critico nei confronti del mondo del calcio e si è dichiarato “anti-Juventino”. È sempre rimasto molto legato al Grifo e non ha mai perso occasione per ricordare il rapporto di affetto che lo stringe al popolo biancorosso.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Orano Sdolzini
os
3 giorni fa

Aldo unico…….. capace in quel ruolo di non asservirsi al potere

Advertisement

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Grande allenatore mi ricordo un'amichevole con la ternana al primo campo intitolato al grande Renato Curi quello di Baschi (Tr) ma non..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Gugliemo Vicario è un talento, per capacità di concentrazione, continuità, attaccamento e professionalità. Complimenti."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Amarcord