Resta in contatto

Amarcord

Auguri Aldo Agroppi: con Perugia un legame eterno

Compie oggi 75 anni l’ex calciatore e allenatore del Grifo che vanta ancora il campionato di Serie B con il minor numero di sconfitte della storia.

“Aldo il caldo” compie 75 anni e tutto il popolo perugino partecipa alla festa. Agroppi ha segnato la storia del calcio biancorosso, in campo e in panchina. A Perugia arrivò nel 1975, dopo una lunga militanza nel Torino e con una breve parentesi anche alla Ternana. E con il Grifo, dopo due campionati positivi in Serie A, chiuse una brillante carriera.

La vita dell’ex centrocampista, sportiva e non, è sempre stata caratterizzata da un carattere focoso e schietto. Agroppi iniziò ad allenare nelle giovanili del Perugia, poi Pescara, la promozione in A con Pisa di Anconetani e il ritorno in biancorosso.

Alla guida del Grifo, segna un campionato storico, per quanto con epilogo amaro. Stagione 1984-85: la banda di Agroppi perde una sola partita in B, ma arriva quarta e per un punto manca la promozione in A. È ancora il campionato con il minor numero di sconfitte per una squadra in serie cadetta.

Dopo la decisione di abbandonare la panchina, nei primi anno ’90, Agroppi è stato sempre molto critico nei confronti del mondo del calcio e si è dichiarato “anti-Juventino”. È sempre rimasto molto legato al Grifo e non ha mai perso occasione per ricordare il rapporto di affetto che lo stringe al popolo biancorosso.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Serse Cosmi: le imprese del Grifo con l’uomo del fiume

Ultimo commento: "Il perugia più bello forte con tenacia si poteva vincere con chiunque in casa !!! Tedesco ze maria vryzas miccoli...."

Video eccezionale: Il Grifo e la lungimiranza di D’Attoma

Ultimo commento: "D’Attoma, Ghini, i due cugini Spagnoli. Gaucci e loro figli. Queste sette figure saranno perugini per sempre."

L’epopea di Nakata, da Perugia con furore

Ultimo commento: "I ricordi di hide sono innumerevoli.. Dall'Esordio con doppietta contro la juve al goal in rovesciata col piacenza, ha portato alto il nome del grifo..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "un mito"

Renato e Perugia: una città, una squadra, uno stadio e il suo uomo-simbolo

Ultimo commento: "Renato un giocatore straordinario a tutto campo grande generosità e tecnica da spendere al servizio della squadra. Io me lo ricordo così.....un..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Amarcord