Resta in contatto

Approfondimenti

Il Grifo ha raddoppiato il budget in mezzo a un mare di fallimenti

Il crac del Palermo conferma i mali del pallone. Negli ultimi 5 anni il club di Santopadre, grazie alle plusvalenze, è invece passato da 5,8 a 10,5 milioni di euro di fatturato è si consolida tra le società maggiormente virtuose del panorama italiano.

Parma in A. In B Varese, Modena, Pisa, Latina, Lanciano, Avellino, Cesena, Bari e, per ultimo, il Palermo. A queste si aggiungono una quarantina di società di Serie C. In un mare di fallimenti, negli ultimi 5 anni, il Perugia è riuscito a raddoppiare il budget. Il club del presidente Santopadre, dal salto in B del 2014 ad oggi, è passato da un fatturato di 5,8 a 10,5 milioni di euro a stagione.

Le plusvalenze

I dati arrivano da fonti societarie e certificano la forza delle plusvalenze che il numero uno di Pian di Massiano ha recentemente consigliato di tifare quanto e più di un bomber da 20 reti a stagione. perugia-roberto-gorettiSe il Grifo è riuscito ad aumentare gli investimenti restando molto competitivo (tamponando anche alcuni inevitabili errori) è grazie alle intuizioni di mercato del perugino Goretti che ha portato a ricchi colpi in uscita. Solo per citare le cessioni milionarie ci sono i vari Zebli e Drolé, Mancini (appena passato alla Roma), Di Chiara (ora tornato dopo la cessione dorata al Benevento), Magnani e Di Carmine.

Le perdite

Con la Serie B conquistata il 4 maggio 2014 sono chiaramente anche aumentati i ricavi del Perugia. Soprattutto in fatto di diritti tv ma anche tramite sponsor e biglietteria. Sono però lievitati a dismisura anche gli ingaggi dei giocatori che oggi impegnano circa 9 dei 10,8 milioni. Secondo i dati forniti da Pian di Massiano la società ha perdite tra i 3 e i 4 milioni all’anno che, nelle ultime stagioni, è riuscita a tamponare proprio con le plusvalenze.

Tra le big

Per questo il Perugia è una delle poche realtà virtuose della Serie B e, in questa stagione, resta nell’orbita delle grandi.  Tra paracadute e potenza finanziaria, nel campionato alle porte, il Grifo si piazza dietro alle sole inarrivabili Empoli, Benevento e Cremonese. Con tutte le altre, e lo dimostra il mercato fin qui firmato dal club biancorosso, la partita è almeno alla pari.

Come lo Spezia

La bontà della produzione biancorossa, nel rapporto qualità-prezzo tra investimenti e risultati, arriva dal parallelismo con lo Spezia. Il club ligure è tra i più facoltosi della serie cadetta e ha investito fiumi di milioni. Ora però il patron Volpi ha ridotto progressivamente le spese dai 22 milioni di 5 anni fa ai 10 attuali. In questa fetta di storia Perugia e Spezia hanno avuto, di fatto, lo stesso percorso. Sono le due squadre ad aver conquistato più punti in Serie B e hanno giocato 4 play off su 5 stagioni.

La buona sorte

In definitiva, il Grifo di Santopadre ha fin qui vinto tutti i campionati dei bilanci mentre cadevano società su società, anche molto gloriose. Per centrare pure il colpo grosso della Serie A c’è bisogno di trovare un nuovo equilibrio e aggiungere ai bilanci anche un ingrediente sempre determinante: una bella dose di buona sorte.

12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
12 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] un sforzo economico importante andare a coprire parte del ricco ingaggio di Falcinelli. Decisivo il ritocco del budget stagionale operato nelle ultime stagioni dal patron Santopadre. Il resto è arrivato dall’accordo […]

trackback

[…] C’è però anche il rovescio della medaglia. Sempre ricco. Da qui anche i maggiori “investimenti” dei dirigenti del Grifo alla voce procuratori. Insieme al fiuto di Goretti, infatti, gli stessi agenti diventano un ingranaggio chiave per arrivare alla risorsa principe di alcune società come il Perugia: le plusvalenze. Così, nelle ultime stagioni, nelle case biancorosse sono entrati i diversi milioni di euro che hanno consentito di alzare progressivamente l’asticella. […]

trackback

[…] moderno. Almeno per società che hanno ambizioni direttamente proporzionali alla forza delle idee. Il Grifo dell’era Santopadre sta crescendo grazie alle plusvalenze, anche perché le proteine del Dna biancorosso sono […]

trackback

[…] L’ex centrale difensivo biancorosso, portato in B dal Perugia, ceduto poi alla Juventus (plusvalenza top in casa perugina) e girato al Sassuolo, cerca un posto da titolare in Serie […]

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 mesi fa

Grande Presidente ha sempre fatto tutto e bene con i propri soldi, speriamo che resti a lungo! ????

Mirco
Mirco
11 mesi fa

Non c’e dubbio che Santopadre è la fortuna indiscussa di questa squadra! Invece di criticarlo bisognerebbe stendergli dei gran tappeti rossi! In un calcio come questo dove le società sono delle vere e proprie Aziende è riuscito a portare il Grifo nel calcio che conta e soprattutto a tenere la squadra sempre ad alti livelli, a dimostrazione del fatto che la competenza paga sempre! Certo non tutte le ciambelle vengono con il buco, ma tutti si sbaglia e facendo un appello a tutti coloro che amano il Grifo e hanno anche un barlume di intelligenza facciamo in modo di far… Leggi il resto »

Marco
Marco
11 mesi fa
Reply to  Mirco

Ho letto il messaggio, il concetto e’ a me noto da tempo, non condivido la frase ‘barlume di intelligenza’ chiaramente offensiva, faccio presente che seguo il grifo da quando avevo otto anni, prima partita di coppa italia contro il varese al santa giuliana dove, nel varese,militava un certo roberto bettega. Lo scopo del mio intervento circa la campagna acquisti per la stagione 2019 2020 e’ quello di sensibilizzare la societa’ affinche’ metta a disposizione dell’allenatore una squadra valida e con gente di comprovata affidalibilta’, le scommesse eventualmente arricchiscono le plusvalenze, ma i tifosi ritengo abbiano il sacrosanto diritto di essere… Leggi il resto »

Marco
Marco
11 mesi fa

La buona sorte deve essere aiutata da acquisti validi non da promesse….

GRIFO STILE DI VITA
GRIFO STILE DI VITA
11 mesi fa
Reply to  Marco

vai a tifare la juve che là gli acquisti validi e non promesse li fanno

Augusto
Augusto
11 mesi fa

Complimenti al Presidente, persona meravigliosa e ottimo professionista!! Alla faccia di quel mare di cojoini che lo criticano in continuazione – scordandosi di vivere in una realtà di 150.000 abitanti. Un Presidente del genere è un lusso!!! Ma neanche di fronte ai dati di fatto ce la faranno mai a capirlo!

Christian Bouah
Christian Bouah
11 mesi fa
Reply to  Augusto

Veramente un grande presidente

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 mesi fa

E mo chi l’dice ta pecciolone…..! ?‍♂️?‍♂️

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Grande e irripetibile! Mai più Uno così (purtroppo)! Riposa in pace!"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti