Resta in contatto

News

Nicolussi Caviglia, storia di un predestinato. E Perugia se lo gode

Il giovanissimo centrocampista scuola Juve, titolare a Crotone, ha stupito tutti per il suo gioco ‘maturo’, come fosse un veterano.

Il taglio in profondità a ‘stracciare’ letteralmente la difesa del Crotone, la lucidità nel servire l’accorrente Iemmello, col tempo e la forza giusta, per dare la possibilità al bomber di aggiustarsi la palla e buttarla dentro in diagonale.

Un’azione da perfetta mezzala che se l’avesse fatta un trentenne nessuno si sarebbe sorpreso. Solo che l’ha fatta un giovanotto col nome teutonico e piede mediterraneo,che è alle primissime apparizioni nel calcio professionistico: Hans Nicolussi Caviglia, scuola juventina, maglia biancorossa del Perugia.

‘Ha un carattere fantastico, determinato. È un campione nella testa’, diceva di lui il suo agente Tullio Tinti. Questione proprio di testa, quella che il giovane nato tra le montagne della Val d’Aosta ha dimostrato di avere sin da quando entrò nei Pulcini della Juve dalla Scuola Calcio dell’Aygreville, dove il nonno – ricostruisce Il Messaggero oggi in edicola – lo aveva iniziato al mondo del pallone.

Con la sorella ad Amsterdam, il giovane Nicolussi si era appassionato nel frattempo al mito di Cruijff, del quale ha divorato il libro e sposato la filosofia: “Ha cambiato il calcio rendendolo un gioco totale, di interscambi. Una rivoluzione”, spiegava denotando un’età ben superiore a quella anagrafica.

Nella Juve quel ragazzo umilissimo, serio e posato ma col fuoco dentro sarebbe rimasto 12 anni e avrebbe imparato tutto, conseguendo la maturità allo Juventus College e facendo la trafila nelle giovanili e nelle nazionali fino alla chiamata di Allegri e l’esordio in A l’8 marzo 2019.

Sarebbero seguite svariate convocazioni in Champions e persino la chiamata del Ct azzurro Roberto Mancini per uno stage a Coverciano della Nazionale, che la dice lunga su quanto sia considerato un predestinato dagli addetti ai lavori, che già lo ribattezzano ‘il nuovo Marchisio’.

Prima di sbarcare al Perugia ha trascorso un anno facendo esperienza tra l’Under 23 in Lega Pro e un campionato da stella della Primavera (‘Per atteggiamento, applicazione e voglia di far bene, Nicolussi Caviglia è il nostro Cristiano Ronaldo’, diceva di lui l’allora tecnico bianconero Francesco Baldini, altro ex grifone che oggi allena il Trapani) con tanto di ottavo titolo consecutivo e post su Instagram commentato da un certo Miralem Pjanic: ‘Porterai altre coppe alla Juve’.

Intanto quest’anno, in attesa di entrare nella corte di Sarri, il giovane Hans pensa a portare in alto il Perugia.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
luca nannini
luca nannini
25 giorni fa

Non sono un tifoso del Perugia ma devo dire che se un giocatore che avrà futuro. Cerca di proseguire restando umile e con i piedi per terra.

Omar
Omar
9 mesi fa

Ti ho visto nella juventus continua cosi anche a perugia

Donato Nicolussi Castellan
Donato Nicolussi Castellan
9 mesi fa

Sei un “Grande” Hans Nicolussi Caviglia,… te lo dice un Nicolussi Castellan da Luserna (TN)

Advertisement

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Persona speciale."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Gugliemo Vicario è un talento, per capacità di concentrazione, continuità, attaccamento e professionalità. Complimenti."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News