Resta in contatto

News

Grifo, Oddo aspetta il Cosenza: “Strasicuro che sarà difficilissima…”

Gyomber verso il forfait. Conferenza stampa del tecnico del Perugia alla vigilia del posticipo. “Ci vuole un segnale di maturità da parte di tutti”.

Il Grifo chiude il quindicesimo turno della Serie B con la gara interna contro il Cosenza di Braglia, è l’occasione per continuare a correre dopo il successo sul Pescara e il passaggio del turno in Coppa Italia grazie al blitz in casa del Sassuolo. “Abbiamo recuperato Mazzocchi, non ancora Gyomber, vediamo domattina ma non la vedo semplice. Lui è particolare e dipende dalle sue sensazioni”, ha detto Oddo facendo il quadro delle disponibilità per il posticipo.

Ogni squadra che affrontiamo ha le sue caratteristiche, a seconda della gara faccio delle valutazioni, in questo momento i centrocampisti stanno bene e c’è un piccolo ballottaggio per quel che riguarda le mezzali. Voglio ancora riflettere”.

“Il Cosenzaha aggiunto Oddo – può giocare sia dando tanta pressione, sia aspettando l’avversario. Mister Braglia ha talmente tanta esperienza che avrà preparato ogni dettaglio, è una squadra di qualità e i punti che ha non rispecchiano il valore. Sono strasicuro che sarà una partita difficilissima, in cui dovremo avere tanta pazienza ma con ritmi alti. Abbiamo giocatori che stanno bene e bravi nell’uno contro uno, dobbiamo sfruttare al massimo le loro potenzialità”.

Dobbiamo stare sempre con la guardia alta – ha aggiunto il tecnico del Grifo perché se domani le cose non vanno bene si torna a due settimane fa. Bisogna mantenere la capacità di soffrire, l’atteggiamento delle ultime due è stato giusto e dobbiamo continuare su questa strada”.

Quando diciamo che le sconfitte aiutano a crescere è proprio perché l’esperienza ti permette di rialzarti dopo le cadute. Abbiamo già vissuto questi momenti in passato, non significa che bisogna vincere per forza perché c’è anche l’avversario ma quello che non dobbiamo sbagliare è l’atteggiamento. Perché squadre materasso non ci sono e le partite più difficili sono queste in cui tutti si aspettano la vittoria. Ci vuole un segnale di maturità da parte di tutti”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco
Francesco
8 mesi fa

Importante sarà recuperare Gyomber perché davanti il Cosenza è forte. Ma la partita dovrà ovviamente farla il Perugia cercando di non pensare alla partita come se fosse il match del “dentro o fuori “ ma solo un passo Importante ( ma non certo decisivo ) verso la promozione in A

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

È ora di fare il salto di qualità, diamo continuità, mettendocela tutta, se poi non si riuscirà, resterà la consapevolezza di averci messo l’anima e questo la gente, lo capirà

Advertisement

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Persona speciale."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Gugliemo Vicario è un talento, per capacità di concentrazione, continuità, attaccamento e professionalità. Complimenti."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News