Resta in contatto

BiancoRosso - Il Personaggio

Cosmi: “Grifo, sei la mia missione…”

Il nuovo allenatore del Perugia a cuore aperto in conferenza stampa: “Per prima cosa devo entrare nelle teste dei giocatori”

A Pian di Massiano c’è un’aria nuova. Centinaia di persone fuori dai cancelli del Perugia calcio. Tutti si scambiano pensieri, emozioni. Il tema non può che essere l’attesissimo ritorno di Serse Cosmi sulla panchina del Grifo. Il tecnico ponteggiano è nella pancia del Curi per la conferenza stampa di presentazione e tra i tanti concetti uno è mirato e nitido.

“Se qui ci sono giocatori con la pancia piena significa che li rimetteremo a dieta”.

Dopo la premessa, Cosmi va dritto verso il campo. “Sono venuto per fare i risultati, perché c’ho qualcosa che mi è rimasto qui. Ho vissuto 4 anni fra bei momenti e un brutto momento, solo uno. Essere andato via dopo quella partita è un qualcosa che mi ha rovinato per tutti questi anni, mi ha rovinato dentro. Non poteva finire in quella maniera. Bisogna tenere un profilo bassissimo, ma ho l’esperienza per poter fare qualcosa. La considero quasi una missione. Da oggi tirerò fuori tutto me stesso”.

“La prima cosa da fare – ha aggiunto l’allenatore del Perugiaè entrare dentro le teste dei giocatori. Qui non possono esserci calciatori che pensano di essere grandi perché la storia del Perugia se li mangia. Devono giocare come fossero debuttanti. Bisogna che i giocatori abbiano fame, ambizione vera, seria…”.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Ci sono giocatori che si sentono padreterni ed alcuni svogliati

Lorena
Lorena
8 mesi fa

Sono felice di questo mitico ritorno
Io sono ternana ma Serse
Va al di là del tifo campanilista
Auguri

Stefano
Stefano
8 mesi fa

parole sante!!! Grande Serse!!!

Advertisement

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Ragazzi, con tutto il rispetto per voi ma... Il Gale è Pescara. Pescara è il Gale. Gale e Profeta, sostantivi coniati da noi.... In bocca al lupo..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "15 anni le prime sigarette in curva nord.. Tu segnavi in serie c... Sotto militare facevi vincere i gobbi la champions... Poi torni e per poco non ci..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Ero in curva nord quel giorno indimenticabile, avevo 15 anni, con papà e mamma, che non ci sono più, mio fratello, i miei zii. L'immagine di Antonio..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Grande allenatore mi ricordo un'amichevole con la ternana al primo campo intitolato al grande Renato Curi quello di Baschi (Tr) ma non..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da BiancoRosso - Il Personaggio