Resta in contatto

BiancoRosso - Il Personaggio

Carraro: “Penso solo al Perugia e la concorrenza mi piace”

Il centrocampista biancorosso dal ritiro casalingo per l’emergenza Coronavirus: “La mia famiglia sta in Veneto e la situazione è pesante. Rispettiamo le regole”

Anche a casa di Marco Carraro, come nei “ritiri” privati e forzati degli altri grifoni (Falzerano, Angella, Falcinelli, Iemmello, Melchiorri) gli allenamenti sono un po’ rimediati in questa fase di stop del campionato per l’emergenza Coronavirus.

“Uso scatole e bottiglie come pesi – ha detto il centrocampista del Perugia ai quotidiani locali -, rispettando il programma e senza correre all’aperto. Sono qui con la mia ragazza e il mio cane, mentre a Dolo (Venezia, ndr) la situazione è pesante, critica. Fortunatamente i miei stanno bene ma sono segregati in casa e hanno il terrore di uscire. Spero che le cose migliorino, è fondamentale rispettare le regole della sicurezza”.

La stagione di Carraro è anche la stagione del Grifo. Un’altalena di prestazioni e risultati. “Siamo partiti tutti molto bene, poi sono venute a mancare alcune certezze e i conseguenti alti e bassi nel rendimento hanno colpito anche me. Però siamo riusciti a vincere dopo il periodo difficile, era importante specie per il morale, sempre sperando di riprendere”.

Per il play biancorosso “la concorrenza è bella perché ti fa allenare sempre al massimo” e con l’arrivo di Cosmi in panchina “penso di avere rispettato le consegne”. L’allenatore ponteggiano “ci trasmette attaccamento e amore per il Perugia”.

Carraro è di proprietà dell’Atalanta, è titolare dell’Under 21 e spesso al centro del mercato. “Ma penso al Perugia, a cercare di tirarci fuori da una situazione che ancora non è buona. Darò il meglio per il Perugia, il futuro verrà di conseguenza. A gennaio sono voluto assolutamente restare e finire qui la stagione”. Una stagione in stand-by e quasi da ricostruire. “Siamo una squadra allestita per i vertici e invece siamo in mezzo alla classifica. Dobbiamo ripartire con due vittorie per attaccarci ai play off”.

1 Commento

1
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Sarebbe ora….che vi svegliate💪💪

Advertisement

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ricordo a Siena in una delle prime partite della sua era eravamo fuori dallo stadio quando due o tre tifosi lo videro e gli dissero se li aiutava ad..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "io abitavo a Elce in via Torelli e Cecca era mio vicino di casa. ricordo un uomo vero in campo e fuori sempre rispettoso e disponibile un calcio d'..."

Il Perugia e la sua storia: la leggenda del ‘Sor Guido’ Mazzetti

Ultimo commento: "Un grande allenatore, un grandissimo uomo !"

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Rappresenta il più grande PG di tt i tempi, nn solo x l'aspetto tecnico,ma x ciò che significò sotto l aspetto sociale caratterizzato da grande..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da BiancoRosso - Il Personaggio