Resta in contatto

News

E se il piano B del Calcio spedisse il Perugia ai playout?

La clamorosa ipotesi dalle ultime dichiarazioni di Gravina dopo il Consiglio Federale: ‘Se non si ripartirà o si dovesse sospendere, playoff e playout che coinvolgano tutti i club divisi in fasce’. Il Grifo è undicesimo e ambisce ai playoff ma si trova nella seconda parte della classifica….

A chiedere a gran voce il piano B al Calcio è stato per primo il presidente del Coni Gianni Malagò. Ebbene, il piano B è stato ultimato. A rivelarlo, sia pure ancora senza dovizia di particolari, ecco il presidente della Federazione Gabriele Gravina: ‘La Lega di serie A ha fissato il 13 giugno come data per ripartire, dal 28 maggio sapremo dal ministro Spadafora se sarà confermata questa data per annunciare un evento che in tanti stanno aspettando. Se le condizioni sanitarie lo consentiranno porteremo regolarmente a termine i campionati senza variazioni. Altrimenti si procederà con play-off e play out che coinvolgano tutti i club divisi in fasce. Sarebbero dunque presenti tutte le squadre e nessuno potrebbe fare passi indietro’.

Una dichiarazione importantissima perché svela l’escamotage trovato dalla federazione per evitare i contenziosi in tutti i campionati professionistici: se non sarà possibile tornare in campo per completare le regular season, oppure se i campionati dovessero riprendere per essere nuovamente interrotti, la soluzione individuata sarebbe quella di far giocare a tutte le squadre le proprie chances sul campo. Non ha aggiunto per adesso ulteriori particolari il presidente federale, non ha svelato la formula nè le fasce, ma non sembra folle pensare che play-off e play out allagati potrebbero coinvolgere da una parte le prime 10 squadre della classifica e dall’altra le ultime 10. L’ipotesi era stata lanciata dal direttore generale del Venezia Scibilia qualche ora prima delle dichiarazioni di Gravina:  “Vedremo come verranno fatti, eventualmente devono coinvolgere tutte le società. Non è possibile che due facciano playout e sei i playoff. Il Benevento non va su e li fa, il Trapani non va giù e li fa. Dieci partecipanti ai playoff, dieci ai playout. Se sono coinvolti tutti i club e fanno tre partite a testa, ha senso. Se diventa un modo per coinvolgere solo otto squadre vuol dire far fallire qualcuno”.

E se davvero così fosse, se davvero non sarà possibile portare a compimento il campionato e si dovrà ricorrere immediatamente agli spareggi, per il Perugia potrebbe dunque verificarsi un risvolto clamoroso, perché la squadra di Cosmi – che occupa l’11ª posizione in classifica, appaiato al Pisa a quota 36 punti, ad appena 2 punti dalla Virtus Entella 10ª, pur con legittime ambizioni di recuperare i 5 punti che la dividono dall’ottavo posto, dunque dagli spareggi per andare in serie A – sarebbe invece costretta a disputare i play-out per evitare la retrocessione. Una soluzione del genere, diciamolo subito, sarebbe destinata a provocare enormi polemiche. E non solo a Benevento.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Me sembra giusto, con la ternana in b diretta come ciliegina

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Di regola dovrebbe stare sulla fascia dei playoff

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Da Spadafora e company..si può aspettare di tutto
ADDIRITTURA TUTTO QUESTO ,,SPERIAMO CHE SIA UNA BUFALA..
SEMPRE PEGGIO..

Giuliano Rossi
Giuliano Rossi
1 mese fa

Allora, dato che il rischio “contagio” è ben presente, E LO SAPPIAMO TUTTI!!!, se così deve essere facciamo dei bei sorteggi, così i giocatori sono “sicuri” e noi anche….

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Grande e irripetibile! Mai più Uno così (purtroppo)! Riposa in pace!"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News