Resta in contatto

Pagelle

Le pagelle del Perugia: il manuale di Dragomir

Il Grifo batte 2-1 la Vis Pesaro con un gol di cristallo di Murano e la perla decisiva del rumeno, tornato grande protagonista in biancorosso. Terza vittoria in fila per Caserta

La vetta è vicina grazie al terzo centro consecutivo firmato dal Perugia di Caserta che, al Curi, ha battuto la Vis Pesaro (2-1) con una prova di sostanza condita da pillole di gran qualità.

Determinante l’impatto sul match di Bianchimano, gli slalom di Elia hanno inebriato la sfida. Concorso di colpa tra Fulignati e Rosi sul gol degli ospiti. Le pagelle di CalcioGrifo.

FULIGNATI 5.5 Troppi brividi sui palloni tagliati degli ospiti, doveva incidere sulla traiettoria di De Feo e invece la Vis trova il momentaneo 1-1. Si riscatta con una parata d’istinto all’ultimo istante.
ROSI 5.5 Rimette la maglia da titolare con diverse sortite offensive ma è davvero troppo morbido quando Stramaccioni timbra il pareggio.
ANGELLA 6 Punto di riferimento e scialuppa di salvataggio per i compagni.
MONACO 6.5 Fa il pendolo sul canale centrale fino ad avviare l’azione del vantaggio.

Caserta: “Grande reazione, tre punti preziosi” 

ELIA 6.5 Sul match sparge sempre un vivace brio. Non stappa lo champagne ma lo slalom gigante (64′) nella ripresa è comunque inebriante per i presenti.
SOUNAS 6 E’ l’uomo del primo pressing, si spende molto per la squadra (58′ FALZERANO 6 Ci mette corsa e polmoni).
MOSCATI 6 Determinante nell’aggiungersi alla linea difensiva nel momento del bisogno. In crescita (82′ VANBALEGHEM sv Lotta finale).
DRAGOMIR 7.5 In palla più di tutti, tante cose buone compreso il tocco qualitativo con cui alimenta la catena del gol del vantaggio. Quando sembra sfumare la terza vittoria in fila decide di tirare fuori il coniglio dal cilindro e segna il gol partita con un esterno mancino da manuale. Vlad is back.
FAVALLI 6 Prima da titolare con approccio timido. Prova a lasciare un segno più evidente nella ripresa (82′ CRIALESE sv Ingresso di sostanza).

Murano: “Il gol è una ciliegina”

MURANO 7 La manovra “sporca” lo costringe per quasi un’ora a lottare contro i mulini a vento. Poi dirige (tacco) e concretizza (piatto destro) l’invenzione del vantaggio. Un gol bello e prezioso come un cristallo (68′ BIANCHIMANO 7 Rigenerato dal gol di Legnago, inizia con la richiesta di un penalty, continua con una traccia per illuminare il contropiede di Federico e chiude con l’assist determinante per Vlad).
MELCHIORRI 6.5 Con un tacco “magic” mette in porta Murano, solo il riflesso di Bastianello gli nega il colpo del ko (72′) dopo una lunga volata in ripartenza. Novanta minuti intensi.

CASERTA 7 Conferma ancora il 3-5-2 che, in fase di pressing, porta Sounas sulla trequarti (3-4-1-2) a “mordere” i portatori di palla. Ha saputo “spremere” i grifoni per poi sfruttarne la qualità, ancora in pillole ma sempre buona per il tris di vittorie e l’inizio di un flirt con la vetta della classifica.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da Pagelle