Resta in contatto

News

Lega Pro, inizia il Ghirelli-bis: “Ci aspettano anni difficili e sfide importanti”

Plebiscito per il presidente della Serie C uscente, la cui carica viene confermata: “Abbiamo restituito dignità al nostro calcio. Dopo un processo di sostenibilità e riforma dei campionati, vorrei consegnare le chiavi ai giovani”

E’ stata una partita a senso unico. Così era sulla carta alla vigilia, così è stato quando i due protagonisti sono scesi in campo. Nelle elezioni per il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli ha ricevuto 49 voti. Solo 3 sono quelli per Andrea Borghini, l’unico avversario, 4 le schede bianche ed un astenuto. E’ stata una conferma dell’apprezzamento del lavoro svolto nei due anni precedenti dal dirigente eugubino, che continuerà a ricoprire la carica ma cambiando le sue spalle: i vice presidenti sono Marcel Vulpis e Luigi Ludovici. Il nuovo consiglio direttivo, come si legge nel sito ufficiale della Lega Pro, è composto da: Alessandra Bianchi (Padova), Mauro Bosco (Vis Pesaro), Angelo D’Agostino (Avellino), Orazio Ferrari (Pistoiese), Antonio Magrì (Virtus Francavilla) e Patrizia Testa (Pro Patria).

Uno degli obiettivi principali che Ghirelli e colleghi cercheranno di perseguire è legato al sostegno economico per un settore che risente fortemente della crisi aggravata dalla chiusura degli stadi. Step fondamentali saranno rafforzare il dialogo con il Governo e la crescita delle leve di marketing e commerciali con l’obiettivo di ricercare uno sponsor che ne condivida i valori e supporti nelle iniziative.

“Ci aspettano anni particolarmente difficili, la crisi legata al Covid-19 ha messo in ginocchio anche il calcio – sono le parole di Ghirelli riportate dal portale – l’esito della votazione conferma che abbiamo saputo costruire una squadra forte, abbiamo restituito al calcio di Serie C credibilità e costruito una forte reputazione in ambito istituzionale. Con testa e compattezza, la Lega Pro è una bella scommessa. Rappresenta una cerniera fondamentale per tenere unito il calcio italiano. Risolvendo i problemi legati alla sostenibilità e la progettualità per il domani avremo vinto la partita per il futuro di tutto il calcio italiano. Dopo, vorrò consegnarla ai giovani”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "certo.... ma il cav. Ghini neanche ha saputo comprare le partite.... ricordi il 1986?"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Grande personalità, maestro di vita, semplicità da vendere .unico"

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Gaucci per carità dio lo riposo in pace e abbia pietà di lui e stato la rovina il fallimento del nostro Perugia con le sue mattane ci a portato al..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Non fosse stato per quel decerebrato di Gaucci il Perugia sarebbe arrivato fra le prime 10 di A! Purtroppo aveva troppa voglia di togliersi dai piedi..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News