Resta in contatto

News

Grifo, il risultato dei recuperi: vincono Cesena e Mantova

I lombardi prevalgono con due gol su rigore in casa del Ravenna sempre più fanalino di coda e scavalcano in ottica play off il Gubbio, battuto dal Cavalluccio. I bianconeri guadagnano l’ottavo posto

Movimento in zona play off. Salgono Cesena e Mantova, scende il Gubbio. In mezzo la diciannovesima sconfitta stagionale del Ravenna sempre più fanalino di coda. Questo è quello che raccontano i recuperi giocati mercoledì.

Cesena

Al Manuzzi il Cesena, come riportato da Il Corriere dello Sport, esce dallo scontro in ottica play off con una vittoria condizionata dall’orgoglio e dalla voglia di portare a casa i tre punti. I bianconeri si presentano con nove assenze, considerando anche l’infortunio nel riscaldamento di Collocolo che lascia il campo in lacrime, al recupero del match della ventiquattresima giornata, che era stato rinviato causa positività al Covid tra i romagnoli. Ad aprire le marcature la prima rete tra i professionisti del classe 2000 Munari, che non segnava da gennaio 2019 e che alla quarta presenza da titolare in stagione trova un gran gol. Il raddoppio del Cavalluccio è timbrato da Russini, che termina una bella azione personale con un pallonetto sul quale Zamarion non è privo di colpe. Inutile ai fini del risultato la rete di Gomez, che si porta in doppia cifra. Il Gubbio dopo quattro vittorie negli ultimi cinque match perde la seconda partita in trasferta consecutiva e fallisce il sorpasso rimanendo a due punti dalla zona play off. Il Cesena, che ha fatto esordire nel finale anche il classe 2003 Lepri,  si rialza dopo sei incontri nei quali aveva ottenuto solo tre punti e si porta all’ottavo posto.

Ravenna

Sempre più fanalino di coda il Ravenna. Il Mantova, come riportato da Il Corriere Romagna, preme il piede sull’acceleratore fin dai primi minuti. Cheddira è il grande protagonista di giornata: crea occasioni da gol e guadagna i due rigori, uno trasformato e l’altro lasciato a Guccione che segna la quindicesima rete stagionale personale. I padroni di casa provano a rispondere ad inizio secondo tempo, colpendo la traversa con Bocaccini su una conclusione che sarebbe potuta valere il gol del pareggio. Nel recupero della trentaduesima giornata, i lombardi guadagnano momentaneamente l’ultima postazione nella corsa play off, mentre il Ravenna perde per la diciannovesima volta in stagione con la possibilità di disputare i play out che resta a tre punti.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ti ho voluto bene e ti ho odiato mi hai fatto piangere di gioia e di rabbia, avrei voluto abbracciarti un giorno e picchiarti il giorno dopo... La..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News