Resta in contatto

News

Il Perugia vuole ripartire da Caserta, Giannitti e Comotto

L’anticipazione dei quotidiani locali: tutti i contratti prevedevano il rinnovo automatico in caso di B, presto però bisognerà mettersi a tavolino e limare gli spigoli. E stavolta nessuna rivoluzione anche per la squadra

Il Perugia della serie B ripartirà da Fabio Caserta, Gianluca Comotto e Marco Giannitti. Queste almeno sono le intenzioni della società biancorossa, nella persona del presidente Massimiliano Santopadre, fortemente intenzionato a confermare tutti e tre i grandi protagonisti della stagione della risalita. Ad anticipare la notizia sono i quotidiani locali, La Nazione, Il Messaggero e Il Corriere dell’Umbria in edicola.

Tutti e tre, Caserta, Giannitti e Comotto, sono dotato di contratto con rinnovo automatico in caso di promozione in B. Il tecnico nell’estate 2020 aveva firmato un contratto di due anni, quindi fino al 2022, contratto che dunque verrà automaticamente prolungato al giugno 2023. Fin qui le intenzioni, poi è chiaro che Santopadre, Giannitti, Comotto e Caserta dovranno mettersi a tavolino e discutere, limare magari qualche spigolo e superare qualche incomprensione che nel corso di una stagione così lunga e tribolata potrà essere sorta. Ma l’intenzione di Santopadre è quella di riuscire finalmente a mettere in atto quella programmazione che per mille motivi non gli è mai riuscito di compiere sino ad oggi.

Quanto alla squadra, anche qui si cambia rispetto al passato. Nel 2014, in occasione della prima promozione tra i cadetti, la società scelse di rivoluzionare la squadra vincente. Stavolta avverrà l’opposto: nessuno smantellamento, conferma per la maggioranza dei grifoni e interventi mirati per rendere più qualitativo l’organico. L’obiettivo? Manco a dirlo, sarà andare in serie A. Ma siamo pronti a scommetterlo: nessuno ne farà una bandiera.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Grifone Fontivegge
Grifone Fontivegge
1 giorno fa

Se l’obiettivo è davvero la serie A servono innesti forti, il prossimo anno ci troveremo Parma e diverse corazzate. Sennò meglio volare basso e puntare a una salvezza tranquilla e poi una volta raggiunta si vede

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 giorno fa

Sono una sicurezza

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 giorno fa

Ma va.. Io pensavo che richiamavano il cova e Stringara

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News