Resta in contatto

News

Ex Grifo, quel triste record di Nzita e Capone

Per l’attaccante e il difensore è arrivata la seconda retrocessione in Serie C in nove mesi. Sia nel Pescara che nel Perugia sono stati allenati da Oddo

Un traguardo lampo, un record in negativo. Dalla retrocessione del Grifo il 14 agosto 2020 a quella del Pescara il 7 maggio 2021 sono passati meno di nove mesi. In entrambe le formazioni erano presenti sia Mardochee Nzita che Christian Capone. I due ex Grifo avevano seguito il tecnico Massimo Oddo nel passaggio dall’Umbria all’Abruzzo dopo i play out.

Ovviamente non basta il collezionare due retrocessioni in Serie C consecutive per diventarne i principali colpevoli o degli amuleti in negativo. Per quanto in una squadra si è tutti gli artefici nel bene di un’annata vincente e nel male di un campionato storto, il terzino e l’attaccante hanno disputato solo venti partite in questa stagione: sette da titolare per il congo-belga, dieci per l’italiano. A conti fatti non il numero sufficiente per cambiare le sorti di una stagione in cui né loro né il Pescara hanno brillato.

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Il Dio pallonaro li ha accontentati..sono finiti dove…non volevano giocare..🤷‍♂️😉

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Non giocherebbero neanche in legapro.

Paolo
Paolo
1 mese fa

Ragazzi ma ce li ricordiamo Capone e Nzita? Da dilettanti

Federico
Federico
1 mese fa

Più che capone è caprone

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Già è un miracolo per loro fare i ” calciatori “

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Eh, ma dieci mesi fa loro non volevano giocare in Serie C…..

Mirco
Mirco
1 mese fa

Finalmente avranno capito la serie che gli compete…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Capone veramente scarsoooo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Uno più scarso dell’altro

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

ma capone non era un fenomeno?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Giocatori da Champions league…..

Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Il gol di Antonio fu meritato e gioimmo tutti. ..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Con Galeone il calcio era uno spettacolo. Si poteva vincere o perdere ma il gioco era divertente senza troppi tecnicismi. Un po' come il calcio di..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News