Resta in contatto

News

Grifo, contratto e progetto: i retroscena del primo giorno di Alvini

L’approfondimento dei quotidiani locali sullo sbarco del tecnico toscano in biancorosso. Stilato il piano di mercato con Giannitti

Nel suo primo giorno da allenatore del Perugia Massimiliano Alvini è stato protagonista di una autentica full immersion nel mondo biancorosso, durata dal mattino intorno alle 10,30 fino al tardo pomeriggio. A raccontare i particolari della giornata sono i quotidiani locali, La Nazione, Il Messaggero e Il Corriere dell’Umbria. Che rivelano anche come, diversamente rispetto a quanto contenuto nel comunicato ufficiale, Alvini abbia firmato con il Perugia un contratto annuale con opzione per il secondo anno, opzione che sarebbe però poco più di una formalità e scatterà al raggiungimento di un obiettivo minimo (potrebbe essere la salvezza oppure un tot di vittorie). Ecco il motivo dunque della comunicazione di un biennale.

A fargli da anfitrione nella prima giornata in biancorosso è stato il ds Marco Giannitti che fortemente lo ha voluto e con il quale è rimasto in camera caritatis tutta la mattina, fino ad un pranzo leggero a base di bresaola consumato insieme al Ritrovo del Grifo di Alberto Tomassini. In piena sintonia Giannitti ed Alvini hanno ultimato il piano per il mercato estivo, confrontando le idee sulla tattica e sugli uomini, tra quelli di proprietà e quelli che dovranno arrivare, il più adatti possibile al 3-4-1-2 dell’allenatore del miracolo Reggiana. Per cominciare arriveranno un portiere e almeno due elementi per reparto.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Al ..vino

Paolo
Paolo
1 mese fa

Portiere? Non capisco perché si manda via uno come Minelli Mah ! Misteri soliti di questa società. .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Parliamo del contratto, il progetto è un qualcosa di ultraterreno nell’ambiente perugino, lasciamo perdere

giuliano
giuliano
1 mese fa

Spero che riescano ad entrare in sintonia nello staff.
Sinceramente mi sembra sempre più difficile che venga trovata.
La differenza, come in ogni comparto lavorativo, la fanno LE PERSONE.
Il tempo ci dirà se abbiamo il MIX giusto questo anno.
Non ci spero, però….

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ti ho voluto bene e ti ho odiato mi hai fatto piangere di gioia e di rabbia, avrei voluto abbracciarti un giorno e picchiarti il giorno dopo... La..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News