Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Settore giovanile

Il Perugia Primavera perde 4-0 in casa della capolista Lazio

A Formello i ragazzi di Formisano subiscono due reti per tempo e tornare in Umbria con zero punti

Sconfitta pesante per la Primavera del Perugia che subisce due reti per tempo a Formello e lascia i 3 punti in palio ai padroni di casa della Lazio che restano in vetta alla classifica. Non basta al Perugia l’esuberanza offensiva di Seghetti e il guantone di Ajradinoski che nella prima frazione ipnotizza il capocannoniere del campionato, Crespi, dal dischetto.

Inizio deciso dei biancocelesti che si portano avanti dopo appena sette minuti con Floriani Mussolini che riceve una rimessa laterale sulla corsia di destra e mette un pallone per l’accorrente Napolitano che segna il gol del vantaggio.

Al 23′ prova la reazione il Grifo con Seghetti che riceve da Souare, si gira bene e in mezzo a tre difendenti laziali riesce a entrare in area, sull’intervento in scivolata del marcatore, però, l’arbitro non ravvisa gli estremi per il calcio di rigore ma ammonisce Seghetti per simulazione. Calcio di rigore che tre minuti dopo viene invece fischiato alla Lazio: su disattenzione della retroguardia biancorossa, Crespi lancia Balde che solo davanti ad Ajradinoski viene steso. Dagli undici metri si presenta Crespi che calcia basso alla destra del numero uno biancorosso che para a terra. Al 42′ la Lazio raddoppia con Di Tommaso, scaltro ad avventarsi su un pallone allontanato dal guantone di Ajradinoski sull’invito di Bertini dalla destra.

Nella ripresa cala il ritmo con la Lazio che gestisce il vantaggio e il Perugia che tiene di più il pallino del gioco ma senza riuscire a far male ai biancocelesti. Al 17′ sull’errore in uscita di Corsini, Balde duetta con Bertini e calcia dal limite ma Ajradinoski è bravo a opporsi. Al 24′ passa ancora la Lazio con Floriani Mussolini bravo a mettere dentro l’ennesimo pallone velenoso e, sul velo di Balde, Bertini fa 3-0.

A dieci minuti dal termine è il capitano della Lazio Ruggeri a beffare Ajradinoski con un colpo di testa da distanza ravvicinata per il 4-0 finale.

In classifica, Perugia che rimane a quota 20 punti mentre la Lazio allunga a 29, tre punti in più sulla diretta inseguitrice Pisa, sconfitta in casa dal Cosenza. Con questa giornata si è chiuso il girone di andata. Prossimo turno: Perugia-Pisa, sabato 28 gennaio.

Il tabellino del match

LAZIO: Magro, Floriani Mussolini (29′ st Cesari), Petta, Di Tommaso (41′ st Rossi), Dutu, Ruggeri, Balde (29′ st Bigonzoni), Rossi, Crespi (36′ st Cogo), Bertini, Napolitano (36′ st Colistra). A disp.: Martinelli, Renzetti, Bedini, Coulibaly, Milani, Brasili. All.: Stefano Sanderra.

PERUGIA: Ajradinoski, Baldi, Souare, Giunti, Corsini, Cicioni, Seghetti (25′ st Ebnoutalib), Patrignani, Sulejmani (16′ st Ronchi), Onishchenko, Dalla Valle. A disp.: Pietroluongo, Viti, Diallo, Polizzi, Prisco, Tsoy, Romagnoli. All.: Alessandro Formisano.

ARBITRO: Ermes Fabrizio Cavaliere di Paola (Palla – Chillemi)

RETI: 7′ pt Napolitano, 42′ pt Di Tommaso, 24′ st Bertini, 35′ st Ruggeri

NOTE: al 28′ pt Ajradinoski para un rigore a Crespi. Ammoniti Seghetti, Ajradinoski, Baldi e Floriani Mussolini.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Arriva la settimana degli acquisti: cosa serve al Perugia?

Ultimo commento: "Vedo che la squadra di sta riprendendo.ora giocano con più grinta.se continua così il Perugia si salva."

Grifo, il Pagellone di fine anno: che voto a Lisi?

Ultimo commento: "Hai ragione conta piu'quello"

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da Settore giovanile