Resta in contatto

Amarcord

Radice e quello scudetto vinto anche grazie al Perugia (video)

Scomparso dopo una lunga malattia, l’ex tecnico del Torino deve un pezzo di scudetto anche a Renato Curi, che fermò la Juventus all’ultima giornata di campionato 1975/1976.

Ne aveva già parlato Franco Vannini: quel Perugia-Juventus 1-0 del 16 maggio 1976, con gol di Renato Curi (il calciatore), è rimasta nella storia esattamente come quella di 24 anni dopo, in cui la Juventus perse lo scudetto sotto la pioggia al Curi (lo stadio): gol di Calori. A beneficiarne, quella volta, fu il primo grande Torino (con la minuscola) dopo il Grande Torino (con la maiuscola, quello di Superga), capace di vincere uno scudetto. A guidarlo Gigi Radice, che se n’è andato oggi a 83 anni.

Quel giorno, il Torino affrontava il Cesena ma non riuscì a superarlo, così la Juventus aveva l’occasione, con una vittoria (che allora valeva due punti) di raggiungerlo in classifica. Non ci riuscì, trovando sulla sua strada il Perugia di Curi. Così i granata festeggiarono il loro. È noto anche l’epilogo, con Boniperti che, per qualche mese, dopo quella partita, tenne sulla scrivania la foto del Perugia, per ricordare ai giocatori che gli chiedevano l’aumento contro chi erano stati capaci di perdere uno scudetto.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Come non fidarsi del tuo esimio parere. Pare che una volta a casa abbia chiamato i figli e abbia detto loro: studiate, impegnatevi, sacrificatevi e..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "io abitavo a Elce in via Torelli e Cecca era mio vicino di casa. ricordo un uomo vero in campo e fuori sempre rispettoso e disponibile un calcio d'..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Amarcord