Resta in contatto

Amarcord

Ex Grifo, quando Di Carmine disse: “Voglio la serie A” (video)

Sono passati meno di 12 mesi, sembra una vita fa: Dc10 lascia polemicamente Perugia e si presenta a Verona con l’obiettivo arrivare finalmente in serie A. In pochi ci credevano, ma lui, dopo tante difficoltà, si è tolto lo sfizio di eliminare proprio la sua ex squadra.

Giorni convulsi, a metà luglio 2018, a Pian di Massiano: dopo un lungo tira e molla con la società, Samuel Di Carmine lascia Perugia e si trasferisce a Verona, portando con sé in valigia quei 38 gol in due anni che gli hanno svoltato la carriera. Aveva detto che si sarebbe mosso solo per la serie A, ma poi accetta la corte del Verona e appena arriva dichiara: “Voglio raggiungere risultati importanti“. Tradotto: arrivare in serie A. A suon di gol.

In pochi pensano che davvero possa ripetersi; c’è chi sottolinea come Dc10 – talento puro ma carattere particolare – avrebbe subito la pressione di dover vincere a tutti i costi, fra l’altro in concorrenza con un mostro caso come Giampaolo Pazzini. E in effetti la stagione non è stata facile: basti pensare che il primo gol in campionato Di Carmine lo ha fatto a fine ottobre, proprio contro il Perugia. E ha continuato a balbettare praticamente fino alla fine del campionato, sbloccandosi nelle partite decisive.

In pratica è stato lui – prima con la doppietta al Foggia poi col gol ai playoff – a far fuori il Perugia dalla corsa alla serie A. E poi ha segnato ancora: contro il Pescara e infine contro il Cittadella con il magnifico colpo di tacco che ha regalato la serie A agli scaligeri e realizzato il proposito di quella conferenza stampa.

Alla fine, per lui, appena 8 gol in stagione. Ma quanto pesano!

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ricordo a Siena in una delle prime partite della sua era eravamo fuori dallo stadio quando due o tre tifosi lo videro e gli dissero se li aiutava ad..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "io abitavo a Elce in via Torelli e Cecca era mio vicino di casa. ricordo un uomo vero in campo e fuori sempre rispettoso e disponibile un calcio d'..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Il calcio più bello visto a Perugia......ma aveva anche una grande squadra...fra le più forti!!!"

Il Perugia e la sua storia: la leggenda del ‘Sor Guido’ Mazzetti

Ultimo commento: "Un grande allenatore, un grandissimo uomo !"

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Rappresenta il più grande PG di tt i tempi, nn solo x l'aspetto tecnico,ma x ciò che significò sotto l aspetto sociale caratterizzato da grande..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Amarcord