Resta in contatto

Approfondimenti

Grifo, carpe diem: batti il Pescara e volerai al secondo posto

La classifica resta cortissima: grifoni ora fuori dai playoff, ma contro gli abruzzesi arriva una grande chance nonostante le ultime sconfitte e l’ulteriore turno passato ad attendere

Un paradosso. Dopo due sconfitte e un ulteriore turno di campionato passato ad attendere di scendere in campo (domenica sera, ore 21 allo stadio ‘Curi’) contro il Pescara, il Perugia è finito fuori dai playoff. La classifica parla chiaro: i grifoni, con una partita in meno rispetto alla quasi totalità della concorrenza (lunedì sera è in programma l’ultimo posticipo tra Pisa e Pordenone) sono fermi a quota 19 punti al nono posto, appaiati a Salernitana ed Entella.

In attesa di giocare, il Perugia è stato sorpassato dal Frosinone (4-0 all’Empoli) e ha perso terreno da Benevento (blitz a Venezia 2-0), Ascoli (1-1 a Salerno)l, Cittadella e Crotone (1-1 nello scontro diretto). E però, grazie alla classifica incredibilmente corta della attuale Serie B, se domenica sera dovesse arrivare un successo contro il Pescara, arriverebbe non solo il sorpasso agli abruzzesi, ma il Perugia acchiapperebbe addirittura il secondo posto a quota 22 punti, a 9 lunghezze dalla capolista Benevento e in coabitazione  con Crotone, Cittadella e Pordenone.

I friulani poi avranno la chance di restare secondi in solitaria sfruttando al meglio l’ultima sfida della giornata contro il Pisa, ma resta la grande occasione di un campionato che ha deciso di aspettare i ritardatari e tarda ad assegnare il ruolo di protagonisti. Per il Perugia di Oddo dalle grandi potenzialità ancora inespresse, davvero un’occasione da cogliere al volo…

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Persona speciale."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Gugliemo Vicario è un talento, per capacità di concentrazione, continuità, attaccamento e professionalità. Complimenti."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Grande Tigre..Grande Uomo...Grande Calciatore. Antonio Ceccarini da Sant'Angelo in Vado....con Ramaccioni che lo portò a Città di Castello...per..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti