Resta in contatto

News

Sudtirol-Perugia 1-1, Caserta: “I gol arriveranno”

L’analisi dell’allenatore del Grifo dopo il pareggio di Bolzano. “Abbiamo creato tanto, sarei preoccupato se non avessimo occasioni da rete. Ora proviamo a sfruttare il fattore casalingo, anche se senza tifosi…”

Parto dalla prestazione”. Comincia così l’analisi di Fabio Caserta del pareggio conquistato dal Perugia in casa del Sudtirol. “Abbiamo fatto un gran primo tempo, creando tante occasioni e concedendo solo il rigore. Poi la ripresa è stata più equilibrata”. C’è comunque soddisfazione nelle parole del tecnico biancorosso per il nono risultato utile consecutivo, anche perché “il Sudtirol non è primo per caso”.

“Di occasioni ne abbiamo create tantissime, ci sono momenti in cui non riesci a sfruttare le chance e altre i cui con una o due palle gol la butti subito dentro – ha detto Caserta a Umbria Tv –. In questo momento siamo un po’ sfortunati e un po’ poco precisi sotto porta, ma sarei preoccupato se non arrivassimo a creare le occasioni. I gol arriveranno”.

Secondo Caserta non c’è un problema nel reparto offensivo. “In squadra non abbiamo bomber da 20 o 30 gol, abbiamo attaccanti importanti ma mi interessano anche le reti di tutta la squadra. Burrai? Non è un problema di un giocatore, dà tanta qualità perché è più tecnico che fisico. Di certo non è che non arriva la vittoria per la presenza di Burrai. Il rigore? E’ stata un’azione veloce e non mi va di giudicare. Ormai l’ha dato, bisogna stare più attenti in generale, ma gli errori si commettono anche in Serie A”.

Alla guida della Juve Stabia, Caserta ha vinto il Girone C della terza serie ed “è il primo anno che faccio il Girone B. Ci sono tante squadre forti e attrezzate che ci mettono in difficoltà. Contro il Perugia danno tutti qualcosa in più. L’anno della promozione con la Juve Stabia non eravamo partiti come favoriti”.

Per arrivare a fine anno ora il Grifo è atteso da tre gare casalinghe e una trasferta. “Il fattore campo finora, senza tifosi, conta ben poco. Noi la prestazione l’abbiamo sempre fatta – ha concluso Caserta -, la squadra continua a dare tutto, proveremo a sfruttare il Curi per cercare di accelerare. La nostra mentalità è cercare di vincere sempre, anche rischiando qualcosina. Veniamo da un filotto positivo, il campionato è lungo e la squadra più continua arriverà fino in fondo meglio degli altri”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Valter
Valter
1 mese fa

Grande Mister

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "certo.... ma il cav. Ghini neanche ha saputo comprare le partite.... ricordi il 1986?"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Grande personalità, maestro di vita, semplicità da vendere .unico"

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Gaucci per carità dio lo riposo in pace e abbia pietà di lui e stato la rovina il fallimento del nostro Perugia con le sue mattane ci a portato al..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Non fosse stato per quel decerebrato di Gaucci il Perugia sarebbe arrivato fra le prime 10 di A! Purtroppo aveva troppa voglia di togliersi dai piedi..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News