Resta in contatto

News

Grifo: tifosi-Santopadre, prime prove di disgelo

La rivelazione de La Nazione e Il Messaggero in edicola: incontro tra il presidente e il Centro di Coordinamento, Trampolini: ‘Ci siamo chiariti. La priorità del futuro sarà il mantenimento della categoria’

All’appello di Massimiliano Santopadre nel giorno della promozione a Salò, ora fanno seguito i primi incontri. La notizia è riportata sulle colonne de La Nazione e de Il Messaggero edizioni umbre: nel tardo pomeriggio di martedì il presidente del Perugia ha incontrato in sede il numero uno del Centro di Coordinamento dei Perugia Club, Mauro Trampolini, primo passo effettuato nel tentativo di ritrovare l’armonia perduta con la tifoseria biancorossa.

È stato un incontro cordiale – ha spiegato Trampolini -, servito a chiarire alcuni aspetti che da parte nostra erano in sospeso, alcune incomprensioni che si erano verificate durante la stagione. Il presidente ha risposto alle osservazioni che avevamo fatto tramite i nostri comunicati e diciamo che possiamo anche ritenerci soddisfatti’. Il Coordinamento si è premurato di chiedere al presidente del Perugia i programmi per la prossima stagione: ‘Santopadre ci ha spiegato come l’obiettivo primario sarà il mantenimento della categoria, sarà la priorità assoluta. Intendiamoci, non ha parlato di salvezza, mantenere la categoria può voler dire anche arrivare più in alto. Intanto l’obiettivo primario è quello, l’esperienza ci insegna quanto sia preziosa la B per la città e la società. Abbiamo anche chiesto alla società una maggiore disponibilità alle varie iniziative dell’associazione’.

La strada da percorrere per riportare ‘a casa’ la tifoseria esacerbata e ferita dalla retrocessione della passata stagione è naturalmente ancora lunga. La promozione in B ha però avuto il potere di rasserenare gli animi e il primo incontro è arrivato. Quanto agli obiettivi, le dichiarazioni di Santopadre rivelano una nuova predisposizione: non tanto la volontà di un ridimensionamento, quanto invece quella di tenere un profilo basso per evitare di creare aspettative. La cocente delusione dell’anno scorso è ancora viva.

17 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
17 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News