Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Grifo, il fair play di Santopadre: ‘Complimenti alla Ternana’

E’ stato un derby combattuto in campo ma vissuto sportivamente fuori. Dopo le dichiarazioni di Bandecchi, il presidente del Perugia nel portale gemello Calciofere

Non si spegne l’eco della finale di Supercoppa vinta dalla Ternana sul Perugia, partita combattutissima in campo dove ai grifoni è mancato solo il gol nonostante un dominio territoriale di 70 minuti e dove alla fine a spuntarla sono state le Fere. Ma se in campo c’è stato da lottare, fuori la sfida è stata vissuta all’insegna del più assoluto fair play.

Dopo le dichiarazioni del presidente rossoverde Bandecchi (‘Il derby? Per me è stata una vittoria come un’altra‘) ecco quelle del suo collega biancorosso Massimiliano Santopadre, che ha riconosciuto sportivamente i meriti degli avversari: ‘Complimenti alla Ternana‘, ha dichiarato al Corriere dell’Umbria.

LEGGI LA NOTIZIA NEL PORTALE DEL NOSTRO CIRCUITO CALCIOFERE

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Daniele Vinciarelli
Daniele Vinciarelli
27 giorni fa

È giusto così. La nostra piccola Umbria a 2 squadre in serie B. La Toscana ha 4 squadre andate in serie D

Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Il gol di Antonio fu meritato e gioimmo tutti. ..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Con Galeone il calcio era uno spettacolo. Si poteva vincere o perdere ma il gioco era divertente senza troppi tecnicismi. Un po' come il calcio di..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario