Resta in contatto

Calciomercato

Il Grifo punta due talenti del Sassuolo: Ghion e Kolaj

La notizia dei quotidiani locali: reduci entrambi da ottime stagioni di Serie C, sono pronti al salto di categoria: il club neroverde li potrebbe prestare

Il Perugia avrebbe messo nel mirino due giovani del Sassuolo, entrambi dal ‘pedigree’ interessante. A rivelarlo sono i quotidiani locali: Il Messaggero, La Nazione e Il Corriere dell’Umbria. Il primo è il centrocampista Andrea Ghion, mediano di 21 anni e già azzurrino nell’Under 17, prodotto delle giovanili neroverdi reduce dal suo primo campionato da professionista in C, nel Carpi, dove ha colpito per quantità e qualità: al suo attivo 33 presenze con 5 gol e 4 assist e l’impressione di avere nei garretti ben altre categorie.

Il Perugia punta sul prestito annuale. Idem dicasi per il 22enne centravanti albanese Atistidi Kolaj, altro prodotto della cantera emiliana, che di stagioni da professionista ne ha vissute due nella Pro Patria (34 presenze e 6 gol nell’ultima).

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Mirco
Mirco
12 giorni fa

Ghion è uno dei migliori che ho visto quest’anno.
Sarebbe un bel colpetto.

Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Il gol di Antonio fu meritato e gioimmo tutti. ..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Con Galeone il calcio era uno spettacolo. Si poteva vincere o perdere ma il gioco era divertente senza troppi tecnicismi. Un po' come il calcio di..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Calciomercato