Resta in contatto

News

Grifo, per Alvini tempi più lunghi e ‘contratto a obiettivi’

L’approfondimento dei quotidiani locali: la ricerca degli ultimi componenti dello staff fa slittare la firma a mercoledì o giovedì. E il caso-Caserta indurrebbe il club ad un legame annuale con opzione di rinnovo a seconda dei risultati

La rescissione con Fabio Caserta e il suo staff era un passo atteso, previsto e indispensabile per dare il ‘la’ al nuovo corso del club biancorosso, che come successore ha scelto il toscano Massimiliano Alvini. Ad approfondire il primo passo nel futuro del Perugia sono i quotidiani locali, Il Messaggero e La Nazione: l’allenatore del miracolo-Reggiana in queste ore starebbe lavorando per completare lo staff tecnico da portare con sé nel capoluogo umbro, per adesso si conoscono solo i nomi del secondo Montagnolo e del match-analyst Bonacci.

Non è escluso che i tempi della ricerca di preparatore atletico e preparatore dei portieri inducano ad un ulteriore slittamento di qualche ora della firma sul contratto che legherà Alvini al Perugia e sul quale sono emersi ulteriori particolari. Massimiliano Santopadre ha preso tutt’altro che bene la vicenda-Caserta. Anche per questo dal punto di vista strategico potrebbe esserci un ritorno al passato: ad Alvini mercoledì, al massimo giovedì potrebbe essere sottoposto un contratto annuale (si parla di ingaggio da 120.000 euro) con opzione per il rinnovo a seconda del raggiungimento degli obiettivi. E visto che la priorità (si badi bene: non l’obiettivo ma la priorità) sarà il mantenimento della categoria, non è affatto da escludere che nel contratto possa essere inserita la parola ‘playoff’.

In ogni caso a stretto giro arriverà l’ufficialità del nuovo corso, sarà messo a punto il nuovo progetto tecnico a tavolino e saranno anche annunciate le sedi del ritiro estivo da effettuare in due fasi a partire dal 7-10 luglio. Il nuovo Perugia sta per iniziare il suo cammino per la serie B.

12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Ceselli
Ceselli
1 mese fa

È dura l’avventura.
Alvini è un bravo ragazzo, ma l’incertezza è tanta.

Daniele
Daniele
1 mese fa

Al netto delle cose se gioca in un determinato modo gli vanno presi giocatori adatti a ciò che vuole proporre e subito.. Non gli ultimi minuti del calciomercato.. Ma lavorare subito in ritiro con ciò che vuole, inteso come caratteristiche… Il problema è che a parte forse la difesa e parte del centrocampo non vedo degli attuali calciatori sotto contratto qualcuno che faccia al suo caso… Spero non si adatti troppo a i soliti prestiti. Giovani da far crescere e aspettare e giocatori o ex giocatori da rilanciare dopo lunghi infortuni… Ovvero occasione last minute e a basso costo… Confido… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

La promozione della Reggiana di Alvini, l’unica del tecnico tra i prof, a fronte di due esoneri (Pistoiese e Albinoleffe) è stata molto agevolata dalla sospensione del campionato undici o dodici gare prima della fine, con il famoso algoritmo di Ghirelli che ha favorito la Reggiana sul Carpi, che nella classifica aveva due punti in meno della Reggiana ma una partita in meno e che ha poi permesso alla Reggiana di giocare sul velluto e vincere dei playoff particolari, altrettanto monchi di gare, con i quarti, la semifinale e la finale tutte giocati in partita unica, al Mapei Stadium, nei… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

SANTOPADRE VATTENE

Mauro
Mauro
1 mese fa

Poretta noi…… Alvini e una scommessa, speramo bene…..

Daniele Vinciarelli
Daniele Vinciarelli
1 mese fa

Il punto è che quelli bravi!!!?? (Bucchi Dionisi) sul contratto da 120.000 euro all anno ci piaciamo sopra. Ne vogliono il doppio!!!!

Daniele Vinciarelli
Daniele Vinciarelli
1 mese fa

Ma perché Caserta che ha fatto?? Il Perugia gli ha fatto un contratto da 180.000!!!!? a stagione. Alvini ne prende 120.000 e allora de che stamo a parlare???

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ecco questo è quanto, obiettivi e sicurezza di contratto, nulla di nuovo, ma a Perugia con questa società è una cosa inimmaginabile.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Per il preparatore dei portieri, suggerirei Mazzantini!

Enrico
Enrico
1 mese fa

Il « miracolo Reggiana » consisterebbe nell’aver vinto un playoff (grazie ad un goal regolare annullato al Bari) e nell’essere immediatamente retrocesso con la stessa Reggiana.
Piano coi termini, meglio essere prudenti e non creare false illusioni.
Aspettiamo, tifiamo e poi vediamo
Intanto incrociamo le dita

Gabriele
Gabriele
1 mese fa
Reply to  Enrico

No il miracolo di Alvini alla Reggiana consiste nel fatto di aver portato una squadra partita per un campionato tranquillo alla finale play off vincendola….. avete incensato Caserta per aver vinto con la squadra più forte del girone(Angela, kouan, Melchiorri, Falzerano etc non li aveva nessuno) e sminuite Alvini quando con una squadra infinitamente più debole ha raggiunto lo stesso risultato per questo non siete credibili e risultate ampiamente di parte e prevenuti.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Certo che, con 4 spiccioli da spendere è dura anche trovare un allenatore che te le concede tutte è…ce vengo io gratis, Santopa accetti l’offerta?

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ti ho voluto bene e ti ho odiato mi hai fatto piangere di gioia e di rabbia, avrei voluto abbracciarti un giorno e picchiarti il giorno dopo... La..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News