Resta in contatto

News

“Finalmente”. Nesta e la prima gioia in biancorosso

L’allenatore del Perugia soddisfatto per il successo sull’Ascoli con doppietta di Vido. Ora la sosta.

“La partenza è stata giusta poi, dovevamo tenere più il pallone invece abbiamo dato coraggio all’Ascoli“. Alessandro Nesta si prende gode il salto in avanti del suo Perugia e il primo successo sulla panchina biancorossa. “Questa squadra è fatta di ragazzi giusti, in gamba. Lavorano tutta la settimana, in campo si aiutano, basta vedere che alla fine Federico (Melchiorri, ndr) ha fatto la mezzala. Quando siamo rimasti in 10 l’Ascoli ha solo avuto qualche chance da fuori. Bianco in panchina? Non si è allenato per 2 giorni e mezzo e anche Verre aveva qualche acciacco. Non potevo rischiarli entrambi”. Per l’allenatore romano è arrivato la vittoria al quarto tentativo (cinque con la coppa): “Finalmente, sono contento. Dedica? È presto”.
Prima dello start “l’obiettivo era ‘svangare’ due partite – ha detto Nesta – perché eravamo in ritardo. L’abbiamo fatto bene con 4 punti e ora abbiamo tempo per crescere. Vido? È forte e giovane, deve essere il suo anno. Oggi è stata la sua domenica ma ho tre attaccanti forti e arriverà anche il momento di Han e Melchiorri.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Il Direttore dell’area tecnica del Perugia, Roberto Goretti, dopo il successo del Grifo sull’Ascoli, è intervenuto ai microfoni di Tef channel per descrivere le sensazioni dell’esordio casalingo. “È stata una bellissima serata con una straordinaria coreografia della curva nord”. Sul campo “mi è piaciuta l’aggressività nei confronti dell’avversario. Questa voglia di far bene va mantenuta sempre, abbiamo fatto delle scelte precise sul mercato optando su giocatori molto veloci, soprattutto in difesa. In attacco abbiamo punte forti, Vido è partito molto bene. Il primo gol con l’Ascoli mi è piaciuto tantissimo perché quelli più significativi sono a pochi centimetri dalla… Leggi il resto »

Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Io sono di parte perchè mia madre è la cugina....ma diciamo che la determinazione che ha avuto Fabrizio è stata una cosa fuori dal comune..mi..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Quando a Perugia dici Ilario hai detto tutto..... Una leggenda"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Io non da perugino primo anno di università,in quella domenica fredda e piovosa al gol di cecca mi innamorai del grifo...."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Ragazzi, con tutto il rispetto per voi ma... Il Gale è Pescara. Pescara è il Gale. Gale e Profeta, sostantivi coniati da noi.... In bocca al lupo..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News