Resta in contatto

Approfondimenti

Grifo contro Venturato, bilancio equilibrato

L’allenatore del Cittadella è uno dei più stimati non solo del panorama cadetto. La prima contro il Perugia è ai tempi delle Cremonese.

Due vittorie, due pareggi e due sconfitte. Questo lo score di Roberto Venturato contro il Perugia. La storia del tecnico del Cittadella è particolare. Arrivato a 55 anni si è affermato come uno dei profili più ricercati del calcio italiano. Anche se, finora, è rimasto fedele al Cittadella e a quel ciclo vincente aperto nel 2015-16 con la promozione in B.

Venturato è nato in Australia da genitori veneti e fino a 10 anni ha vissuto oltre oceano. Poi il ritorno in Italia e la carriera da regista tra campi di C e Interregionale. Ha iniziato nel Pizzighettone, come allenatore, per poi passare alla Cremonese. Con i grigiorossi – campionato di C1 2009-10 – ha incrociato per la prima volta il Perugia. Vittoria casalinga 1-0 contro la squadra di Pagliari e sconfitta al Curi (4-0) di fronte al primo sperimentale Grifo del tecnico “ombra” Pierino Braglia.

Gli altri 4 precedenti sono nel piccolo classico della B fra Perugia e Cittadella. Il ko al Curi (2-) contro Bucchi nel 2016, l’ultima sconfitta di Venturato. Poi i due pareggi interni (1-1), uno della stessa stagione e l’altro la scorsa, più il blitz in terra perugina (1-3) dello scorso febbraio. Domani, al Tombolato, il settimo confronto tra il Grifo e “l’australiano” Venturato.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti