Resta in contatto

News

Cittadella-Perugia, Nesta: “Bravo Venturato. Avevo pensato ad Han, ma…”

Il tecnico del Perugia fa i complimenti agli avversari ma anche ai suoi giocatori, pur sottolineando i soliti errori di alcuni che talvolta “escono” dalla partita

Il Cittadella è una grande squadra – dice Alessandro Nesta in conferenza stampa – hanno distanze da serie A e questo consente loro di correre meno. Complimenti a chi lo allena e complimenti alla società anche per il campo“. Riferimento alla polemica nata a Perugia sul fondo di gara dei campi di allenamento?

Bianco? Abbiamo tre partite in una settimana e Raffaele fa più fatica a recuperare in questo periodo, Bordin ha dimostrato di essere una alternativa validissima sia dall’inizio sia a partita in corso, quando magari Bianco comincia ad andare in difficoltà intorno al 70esimo“.

L’importante, per Verre, è crederci. Lui ci sta credendo molto e ha confermato di essere un giocatore molto importante in quella posizione. Vido? Buona gara, ma a volte ha delle pause, come molti suoi compagni del resto“.

Se avessi avuto tutti i cambi a disposizione magari mi sarei giocato Han verso la fine però i giocatori hanno chiesto il cambio e ho dovuto modificare il mio progetto. Kingsley ha subito un brutto taglio sul piede“.

Quando subisci come è capitato a noi oggi devi essere bravo a tenere palla per qualche minuto, altrimenti se la perdi vai di nuovo sott’acqua. Noi spesso non ci riusciamo, dobbiamo migliorare da questo punto di vista“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "GAUCCI È STATO IL PIÙ GRANDE DI TUTTI."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Ilario Castagner merita il rispetto e l'ammirazione che si deve ad una leggenda del calcio perugino. Le tue imprese ti hanno reso immortale beniamino..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."
Advertisement

Altro da News