Resta in contatto

News

Tutto il calcio si ferma per il Covid-19? La Figc: “Martedì la decisione”

Consiglio straordinario per decidere di andare oltre le porte chiuse dopo le sollecitazioni del ministro Spadafora e del presidente Aic Tommasi. Si viaggia in direzione dello stop di tutti i campionati

L’emergenza sanitaria continua in tutta Italia e lo sport si sta adeguando al decreto del Governo che impone lo stop fino al 3 aprile delle manifestazioni. Il calcio è sempre un universo “speciale” e nel week-end si sta comunque giocando a porte chiuse, nonostante i tira e molla delle ultime ore.

I calciatori del Perugia sono arrivati ieri al Curi con le mascherine per la sfida poi vinta con la Salernitana. L’esempio dell’evidente paradosso del momento visti i consueti e continui contatti fisici tra i calciatori, inevitabili in uno sport come il calcio.

Il Paese continua dunque ad interrogarsi e, nelle ultime ore, Vincenzo Spadafora (Ministro dello Sport) e Damiano Tommasi (Presidente Assocalciatori) hanno preso una posizione netta con la richiesta di fermare tutto.

La soluzione più probabile, a questo punto, è uno stop totale dei campionati professionistici (i dilettanti sono già fermi) fino al 3 aprile. Decisiva la giornata di martedì. “Vista la richiesta del Ministro per lo Sport Vincenzo Spadafora – scrive la Figc in un comunicato -, sentito il Presidente del Coni Giovanni Malagò e preso atto della volontà del Consiglio della Lega di Serie A, titolata ad organizzare il campionato, di seguire le prescrizioni inserite nel DPCM sull’emergenza Covid-19 e quindi di volere disputare le gare in programma a porte chiuse, il Presidente della FIGC Gabriele Gravina ha convocato un Consiglio Federale straordinario per martedì 10 marzo”. 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Non l' ho mai conosciuto direttamente, ne' incontrato da vicino pero' ho 1 piccolo ricordo di lui quando non era conosciuto. Il Grifo giocava in C2,..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Che dire di Castagner persona semplice genuina grande tecnico grande uomo quello che ha fatto a Perugia penso sia irripetibile che dire di più?"

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Come non fidarsi del tuo esimio parere. Pare che una volta a casa abbia chiamato i figli e abbia detto loro: studiate, impegnatevi, sacrificatevi e..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Grande Galeone un profeta... Number one"

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "io abitavo a Elce in via Torelli e Cecca era mio vicino di casa. ricordo un uomo vero in campo e fuori sempre rispettoso e disponibile un calcio d'..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News