Resta in contatto

Approfondimenti

Perugia, in rialzo le quotazioni di Christian Capone

Finito nel dimenticatoio sotto la gestione Cosmi e mai titolare, il talento di proprietà dell’Atalanta potrebbe tornare protagonista con la controrivoluzione tecnica e il ritorno di Oddo

Certamente acerbo, certamente un talento. Tra gli addetti ai lavori sono in tantissimi pronti a scommettere sull’esplosione di Christan Capone. L’annata in biancorosso sembrava il momento giusto, invece l’attaccante di proprietà dell’Atalanta ha viaggiato su un binario sconnesso.

Nell’ultima fetta di stagione Capone è finito proprio nel dimenticatoio. Dal momento dell’approdo di Cosmi sulla panchina del Grifo non ha mai trovato spazio nell’undici titolare. Solo una manciata di minuti qua e là: 5 contro il Chievo, 24 a Frosinone, 33 con il Pisa, 14 contro il Cittadella e 9 nell’ultima apparizione a Cosenza. In tutto 85 minuti in cui l’attaccante, un po’ per demeriti propri e un po’ per l’impiego a singhiozzo, non ha mai inciso.

Diversa la storia sotto la gestione Oddo, primo tifoso dell’ex Pescara. Con il tecnico appena tornato sulla panchina biancorossa Capone ha stentato in avvio salvo poi entrare sempre più nei meccanismi del 4-3-2-1 fino a giocare 5 gare consecutive da titolare con 2 reti (con Pescara e Virtus Entella) prima della disfatta interna con il Venezia (ingresso a metà gara) e la rivoluzione in panchina. Nel girone d’andata l’attaccante scuola Atalanta ha giocato oltre 700 minuti in 12 presenze in B (più 3 in Coppa Italia).

Perugia, Oddo e i suoi ragazzi: “Ci siamo sentiti…”

Ora, con la controrivoluzione tecnica in atto, il ritorno di Oddo e il 3-5-2 che finisce probabilmente in soffitta, per Capone potrebbe essere tempo di una “nuova giovinezza”.  Anche perché, nel momento migliore della stagione, ha dimostrato di avere grande feeling con bomber Iemmello facendo da “aggiustatore” degli ingranaggi offensivi del Grifo. Le quotazioni di Capone sono in rialzo per un ritorno da protagonista nel rinnovato 4-3-2-1 per la volata salvezza. Già dalla trasferta di venerdì sera in casa dell’Entella.

Il ritorno di Oddo: “Conta solo la salvezza del Perugia”
Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Ragazzi, con tutto il rispetto per voi ma... Il Gale è Pescara. Pescara è il Gale. Gale e Profeta, sostantivi coniati da noi.... In bocca al lupo..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "15 anni le prime sigarette in curva nord.. Tu segnavi in serie c... Sotto militare facevi vincere i gobbi la champions... Poi torni e per poco non ci..."

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "Ero in curva nord quel giorno indimenticabile, avevo 15 anni, con papà e mamma, che non ci sono più, mio fratello, i miei zii. L'immagine di Antonio..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Grande allenatore mi ricordo un'amichevole con la ternana al primo campo intitolato al grande Renato Curi quello di Baschi (Tr) ma non..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Ternano di nascita ma da sempre fervido sostenitore di qualsiasi società sportiva o sportivo umbro in grado di portare il nome della nostra regione..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti