Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le pagelle di Calcio Grifo

Brescia-Perugia 3-2: Kouan in trance, Curado torturato dal Var

La stagione del Grifo si è chiusa al Rigamonti dopo 120′ di battaglia. Lo stratega Alvini è stato due volte in vantaggio e a un passo dalla semifinale: queste le pagelle biancorosse di calciogrifo.it

CHICHIZOLA 6.5

Spiazzato dall’ex Pajac dal dischetto. Riflesso perfetto sul lampo di Tramoni (57′), copre bene anche il primo palo su Jagiello (80′). Non può nulla sul ribaltone bresciano.

SGARBI 6.5

Sempre freddo per neutralizzare la vivacità di Tramoni. Tiene altissima la linea con anticipi esplosivi (esagera solo sul 2-2) e tanta voglia di sparigliare le carte. Nel finale si accende inevitabilmente la spia della riserva.

CURADO 6.5

Dura arrampicarsi su Moreo, è un mastino. Il rigore contro nel vecchio calcio della volontarietà (tocco di mano) è uno scarabocchio arbitrale. Mistero dei misteri? Nell’altra area viene abbattuto ma ad essere annullato è il gol del Grifo. 

DELL’ORCO 6.5

Il faccia a faccia è con Palacio e ne limita al massimo il potenziale qualitativo, nonostante sia a mezzo servizio. Infatti resta negli spogliatoi all’intervallo. 

FALZERANO 6.5

Frequenze altissime per attaccare in velocità Pajac. Il duello è a grandi ritmi, preme con costanza e trova buone linee per gli attaccanti.

BURRAI 7

Si becca un gancio destro da Tramoni (24′), come reazione a una trattenuta, e il bresciano era da rosso (solo giallo). Magnifica l’illuminante verticale per De Luca (30′), non perde mai la bussola, pur faticando nel giro finale.

SEGRE 6.5

Un grosso quantitativo di sostanza nel serbatoio biancorosso. Raddoppi costanti in fase di non possesso e concretezza nel cucire il gioco.

BEGHETTO 6.5

Il piede mancino suona la dolce melodia dell’assist. Si sdoppia tra coperture e affondi, a tratti esagera nel cross in area dalla trequarti.

KOUAN 7

Con il pezzo forte del repertorio si materializza in quota fra le rondinelle e buca Joronen di testa. Quinto gol stagionale, in trance agonistica cavalca l’onda positiva e arriva a centimetri dal bis.

OLIVIERI 6

Una lunga serie di scatti e controscatti ma il primo pallone buono arriva solo dopo l’intervallo e trova l’angolino con un destro secco: è bravo Joronen (50′). Vive il match da dentro. 

DE LUCA 6.5

Strozza un destro potenzialmente favorevole (30′). Fa un lavoro enorme di raccordo, sposta il gioco a ondate e avrebbe meritato il gol da cineteca con un bellissimo sinistro da posizione impossibile (113′).

ZANANDREA 6

(dal 46′ per Dell’Orco) Perde un pallone che scotta, c’è la scialuppa di salvataggio dei compagni. Ci mette l’anima, manca però l’apporto sul decisivo 2-2.

SANTORO 6.5

(dal 64′ per Segre) Qualche buona cosa e una spruzzata di sbavature. Ma c’è l’energia giusta per tenere alti i giri biancorossi e avrebbe anche trovato il gol-partita, cancellato da un fallo misterioso.

D’URSO 6

(dal 73′ per Kouan) Svaria moltissimo e incide fino a un certo punto. I pochi palloni che tocca sono con la giusta visione.

FERRARINI 6.5

(dal 73′ per Falzerano) Entrambe bene nell’intelaiatura della gara: ci mette gamba, senso tattico e spunti vivaci.

MATOS 6.5

(dal 88′ per Olivieri) Con una zampata caparbia e assistita dalla buona sorte (deviazione di Cistanza) torna al gol dopo tre mesi e spedisce il Grifo a un passo dalla semifinale. 

CARRETTA 6

(dal 100′ per Olivieri) Il primo scatto è subito decisivo per l’assistenza a Ryder.

ALVINI 7

All’ottavo play off in carriera (4 vinti), il primo in B, si conferma stratega da gara secca e muove tutti i pezzi fino ad arrivare a un passo dallo scacco matto. Il Grifo chiude a testa altissima.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Arriva la settimana degli acquisti: cosa serve al Perugia?

Ultimo commento: "Qualcuno lontano da Perugia"

Grifo, il Pagellone di fine anno: che voto a Lisi?

Ultimo commento: "scusate l intrusione ma non si puo sentire che lisi non e un giocatore io sono di pisa e vi posso garantire che da noi a fatto la differenza forse..."

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da Le pagelle di Calcio Grifo