Resta in contatto

Approfondimenti

La presentazione di Alvini e quel dettaglio che non è sfuggito ai più (FOTO)

Il fazzoletto biancorosso nel taschino della giacca indossata in sala stampa racconta molto del tecnico toscano

E’ iniziata ufficialmente l’avventura di Massimiliano Alvini a Perugia. Lunedì c’è stata la conferenza in cui il tecnico attraverso la stampa si è raccontato alla città e ai tifosi. La sua idea di un Grifo aggressivo e dominatore, la storia che vuole questa squadra essere nel suo destino, la piena fiducia alla società per il mercato. Diversi i temi toccati dal tecnico di Fucecchio che, stando alle reazioni e al chiacchiericcio raccolti sul web, avrebbe già conquistato i perugini per il suo entusiasmo e l’umanità mostrata in sala stampa.

Alvini viene raccontato come un allenatore che cura minuziosamente i dettagli del lavoro sul campo. Quello che è emerso nel suo primo giorno da perugino è che sembra porre tanta attenzione anche fuori dal rettangolo di gioco. Ai più non è sfuggito infatti il dettaglio nell’outfit scelto: il fazzoletto biancorosso nel taschino della giacca con cui si è presentato davanti ai microfoni. Il primo segnale di un uomo che cerca di costruire un forte legame con la piazza puntando anche sul senso d’appartenenza.

 

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Jimmy
Jimmy
1 mese fa

Quando il Grifo ufficializza il mister, fosse anche Oronzo Cana’, x me e’ il più forte sulla piazza. Forza Mister il tifo e’ con te!
Da operaio io dico che serve una persona che sappia cosa vuol dire ‘lavorare’ sul serio… Basta allenatori bamboccioni campioni del mondo, serve la Fame e la Garra

Gabriele
Gabriele
1 mese fa

Anche se fine a se stesso bello il gesto di presentarsi con il fazzoletto biancorosso e bravi a chi lo ha notato, a chi non piace ne il fatto che lo abbia fatto ne che qualcuno lo abbia fatto notare, i soliti mammalucchi, dico di continuare a parlare dei loro soliti deliri vedi il milione risparmiato con Caserta, lo staff, come parla Giannitti etc… altro purtroppo per loro non sanno fare

Riccardo
Riccardo
1 mese fa

A iniziato a fare l’allenatore negli amatori con il sottoscritto e ne a di palle da vendere, forza maxi e forza Perugia, Fucecchio è con voi

Francesco
Francesco
1 mese fa
Reply to  Riccardo

Daje Max !

Gianfranco
Gianfranco
1 mese fa

Benvenuto Mister e Buon LAVORO.

Stefano
Stefano
1 mese fa

Mister, buon lavoro !!! Forza Grifo Nostro

umbriadelnord
umbriadelnord
1 mese fa

una delle piu’ ridicole presentazioni di un allenatore…………….

Giordano
Giordano
1 mese fa
Reply to  umbriadelnord

Almeno non si è presentato con l’elicottero

Andrea
Andrea
1 mese fa
Reply to  umbriadelnord

Rispetto la tua opinione ma vorrei argomentassi .. perché sarebbe stata così come dici?

Daniele
Daniele
1 mese fa
Reply to  Andrea

Perché è ternano chi ha scritto questo “pensiero” che t aspetti da sta gente

Mauro
Mauro
1 mese fa
Reply to  umbriadelnord

Ecco nantro fenomeno…. Mah…. Vai a visitare altri siti…….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Meno male, era ora dopo tante primedonne

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

speriamo che le promesse vengano mantenute… buon lavoro mister….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

…. E non solo, persona umile e preparata! ??

Advertisement

Il ‘Tigre’ Ceccarini e il Perugia degli anni ruggenti

Ultimo commento: "A parte la strepitosa emozione per il gol del 2-2 all'Inter (c'ero con i miei 18 anni), amo ricordare che Antonio era sempre l'ultimo a uscire dagli..."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "esattissimo il gale parlava sempre per convinzione........ mai per convenienza"

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che quando era a Perugia Fabrizio non era proprio osannato anche se in serie B aveva fatto 22 gol poi con caparbietà é diventato il..."

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mi ricordo ancora le risatine della gente incredula quando presentò la squadra per il primo campionato di C , annunciò che sarebbe andato in serie A..."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."
Advertisement

Altro da Approfondimenti