Resta in contatto

News

Accordo Perugia-Fiorentina-Atalanta: chiuso il caso Mancini

Finisce la battaglia legale per il trasferimento del difensore della Nazionale. Si è tenuta l’udienza davanti al Collegio di Garanzia del Coni e le parti hanno “dichiarato di voler transigere la controversia con integrale compensazione delle spese”.

Si chiude dopo mesi e mesi la battaglia legale tra Fiorentina e Perugia per le operazioni di mercato legate al cartellino di Gianluca Mancini. L’ultimo atto è stato scritto di fronte al Collegio di Garanzia del Coni.

Il comunicato (il testo integrale)

“La Quarta Sezione del Collegio di Garanzia, all’esito della sessione di udienza tenutasi in data odierna, ha assunto le seguenti determinazioni: con riferimento al ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 49/2019, presentato, in data 7 giugno 2019, dalla società ACF Fiorentina S.p.A. contro le società AC Perugia Calcio s.r.l. e Atalanta Bergamasca Calcio S.p.A., nonché nei confronti della Federazione Italiana Giuoco Calcio, con notifica anche nei confronti della Procura Generale dello Sport c/o il CONI, avverso la decisione della Corte Federale d’Appello della FIGC, di cui, quanto al dispositivo, al C.U. n. 088/CFA dell’11 aprile 2019 e, quanto alle motivazioni, al C.U. n. 098/CFA dell’8 maggio 2019, con la quale è stato respinto il gravame promosso dalla odierna ricorrente avverso la decisione del Tribunale Federale Nazionale – Sez. Vertenze Economiche, di cui al C.U. n. 15/TFV-SVE del 6 marzo u.s., ed è stato confermato l’esito della reiezione, ALLA ODIERNA UDIENZA LE PARTI HANNO CONCORDEMENTE DICHIARATO DI VOLER TRANSIGERE LA CONTROVERSIA CON INTEGRALE COMPENSAZIONE DELLE SPESE TRA LORO; conseguentemente è stata dichiarata cessata la materia del contendere con l’integrale compensazione delle spese”.

Pace fatta

È arrivato dunque l’accordo fra Fiorentina da una parte, Perugia e Atalanta dall’altra. La società toscana lamentava una stima al ribasso del cartellino nel momento del passaggio di Mancini dai biancorossi alla Dea. Il tutto per versare una cifra minore nelle casse della stessa Fiorentina. I viola vantavano infatti sul Perugia il 50% sulla futura rivendita del difensore (ora passato alla Roma). Da qui i vari giudizi in sede sportiva, sempre favorevoli a Grifo e Dea. Decisivo, probabilmente, ai fini dell’accordo di fronte al Coni, il recente passaggio di proprietà della Fiorentina dalla famiglia Della Valle a Rocco Commisso.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Io idem

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Quindi?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Io sarò pure gnorante ma non c’ho capito na beata minchia !!!

Advertisement

Precursore, inimitabile, irripetibile: Luciano Gaucci, un Uragano a Perugia

Ultimo commento: "Mah, ancora col sistema, secondo me s'è fatto fuori da solo, si è voluto fare fuori...."

Ilario Castagner, l’uomo dei Miracoli

Ultimo commento: "Caro amico ci a portato ci vuole H. Saluti."

L’era del profeta: il magico Perugia di Galeone

Ultimo commento: "Con Galeone il calcio era uno spettacolo. Si poteva vincere o perdere ma il gioco era divertente senza troppi tecnicismi. Un po' come il calcio di..."

Da Mugnano alla conquista del mondo: il Perugia di Fabrizio Ravanelli

Ultimo commento: "Grande personalità, maestro di vita, semplicità da vendere .unico"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PERUGIA su Sì!Happy

Altro da News