Resta in contatto

News

Alvini: “Grifo, crediamoci. Che vinca il migliore!”

Il tecnico biancorosso alla vigilia del match di Brescia: “Affrontiamo una squadra forte in uno stadio caldo ma sappiamo quali sono i nostri punti di forza. Abbiamo alcune situazioni da valutare”

C’è grande entusiasmo a Perugia per i play off guadagnati venerdì scorso contro il Monza. Sabato (ore 18) andrà in scena il match valido per il turno preliminare in casa del Brescia e Massimiliano Alvini ci tiene a rassicurare i tifosi: “Mi hanno detto che sognano in grande. Tutti noi abbiamo lavorato per fare il massimo come ogni giorno durante la stagione e in campo daremo tutto”. Il tecnico ha fatto intendere di non avere alcuna intenzione di veder terminare quel viaggio che è diventato ormai metafora della stagione: “Dopo quaranta partite ufficiali tra Coppa Italia e Serie B siamo qua a giocarci la Serie A. L’entusiasmo che abbiamo non è presunzione, arroganza o leggerezza ma una sensazione naturale data dal percorso che questa squadra ha fatto. Lo stadio sarà caldo e avremo davanti una squadra che rispettiamo. Dobbiamo essere consapevoli di chi abbiamo davanti ma soprattutto dei nostri punti di forza e di quello che possiamo fare”. Se il Grifo è arrivato intanto fin qua un fattore determinante è stata la capacità di reagire difronte alle difficoltà: “Abbiamo sempre cercato di cancellare gli errori analizzandoli e non processandoli. La sconfitta è un messaggio chiaro che ti arriva e come nella vittoria ci puoi trovare tantissimi spunti. La squadra ha sempre avuto la forza di rialzarsi e il grande merito è dei giocatori”.

Alvini si è laureato in spareggi promozione nelle categorie inferiori e si trova al primo play off in Serie B: “Una partita molto importante che arriva dopo una carriera lunga ventuno anni e con oltre 760 panchine alle spalle. Sicuramente quando giochi uno spareggio per andare in A il fascino è maggiore. Dobbiamo curare ogni piccolo dettaglio e fare di tutto per vincere”. Ha assicurato anche che di strascichi per quanto successo in campionato al Rigamonti non ci saranno: “Non fu una serata positiva dal punto di vista arbitrale ma quell’episodio è cancellato. Quella di domani è un’altra partita e avrà la meglio chi dimostrerà di essere la migliore a avrà più fame di vittoria”. A condizionare la partita saranno sicuramente tanti fattori, tra cui l’obbligo di vincere per passare il turno: “Va letta nell’ottica che possa andare anche nei 120 minuti. La gestione deve essere diversa e va fatta un’attenta lettura dal punto di vista tattico considerando anche l’aspetto fisico”.

Santopadre in settimana ha esternato le sue sensazioni positive sui play off. In conferenza Alvini ha così commentato: “Il presidente è sempre vicino alla squadra ed è piacevole che dica quello che pensa. Noi in campo possiamo solo fare il massimo”. In chiusura l’aggiornamento sulla condizione della squadra: “Partiamo tutti e ringrazio lo staff per il lavoro che ha fatto in settimana. Non sarà della partita Rosi e poi dovremo valutare altre situazioni. Vediamo se riusciamo a dare minutaggio a Lisi, Matos e Dell’Orco”.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO: Gong sul mercato di gennaio. Che voto al Perugia?

Ultimo commento: "Cari amici leccesi uno scarso nel vostro attacco si vede troppo ma nel nostro neanche si nota"

Arriva la settimana degli acquisti: cosa serve al Perugia?

Ultimo commento: "Ah... Introiti milionari fa già ridere così.. 🤣🤣🤣Siete rimasti in 4 e chiedetevi perché nessuno vi prende sul serio.."

Pallone d’Oro biancorosso 2021: il vincitore è Salvatore Burrai

Ultimo commento: "Quindi Burrai è risultato più decisivo di Angella tra l'anno scorso e questo girone di andata. Complimenti"

Chi è stato il miglior grifone del 2021? Vota il Pallone d’Oro biancorosso!

Ultimo commento: "Kouan per determinazione , combattività ed intensità agonistica; Capitan Angella per la classe e l’autorevolezza in campo, ma soprattutto per la..."
Advertisement

I Miti biancorossi

Il 'Tigre' di Perugia

Antonio Ceccarini

Il bomber perugino campione d'Europa

Fabrizio Ravanelli

Il 'Condor' biancorosso

Franco Vannini

Il profeta di Perugia

Giovanni Galeone

Lo storico allenatore biancorosso

Guido Mazzetti

Il principe del Sol Levante

Hidetoshi Nakata

L'allenatore del Perugia dei 'miracoli'

Ilario Castagner

Il Lord capitano del Perugia dei miracoli

Pierluigi Frosio

L'uomo-simbolo del Perugia

Renato Curi

L'uomo che apparteneva al fiume

Serse Cosmi

Altro da News